24/11/2022

Lo stress è nemico dei consulenti finanziari

La News

Lo stress può avere un impatto negativo sulla nostra salute mentale e fisica. Tuttavia, si possono adottare degli accorgimenti per evitare che assuma il controllo delle nostre vite e della nostra professione.

 

Gli investitori sperimentano spesso elevati livelli di stress, per i consulenti finanziari che devono aiutare gli investitori a navigare i mercati le conseguenze sono anche peggiori. Lindsay Troxell, Senior Director di Janus Henderson Investors, delinea alcuni consigli per i professionisti finanziari su come alleviare lo stress.

 

In uno studio della Financial Planning Association condotto in collaborazione con Janus Henderson Investors e Investopedia, ben il 71% dei professionisti finanziari ha dichiarato di aver sofferto di livelli di stress moderati o elevati. Il 46% del campione di intervistati ha affermato che lo stress ha conseguenze negative sulla loro salute.

 

L’impatto che può avere lo stress sulla nostra salute è molto di più di quanto ci immaginiamo e nei momenti di incertezza e volatilità come quello attuale, siamo sempre più chiamati ad affrontare molteplici fattori di stress.

 

Secondo Troxell, gli investitori e i consulenti finanziari possono attuare una serie di accorgimenti per acquisire maggiore consapevolezza dello stress ed evitare che impatti la loro vita e la loro professione.

 

In primo luogo, un fattore importante è la sensibilizzazione. Nel mondo del lavoro spesso le persone non parlano di questo problema perché temono di essere percepite come deboli, di non essere prese in considerazione per una promozione oppure di essere derise. Secondo il director di Janus Henderson Investors è necessario parlare di quanto sia normale e diffuso lo stress. Non deve essere visto come un tabù. Parlarne apertamente con colleghi e datori di lavoro incoraggia anche i membri del team a prendersi cura di sé invece di temere i giudizi.

 

La seconda cosa importante da tenere a mente è che lo stress è soggettivo. Può essere legato a un evento di vita traumatico oppure a un posto di lavoro particolarmente ostile e competitivo. Spesso però è la reazione che abbiamo agli eventi della vita a scatenare lo stress. A tal proposito, Troxell illustra tre tecniche di gestione dello stress.

 

Prima di un evento importante si può provare a immaginare vari scenari per sentirsi più preparati. La sensazione di avere il controllo della situazione spesso determina una riduzione dello stress perché aumenta la fiducia.

 

Il secondo esercizio che si può fare per tenere a bada lo stress, è provare a fare la cronistoria del proprio passato, ovvero di tutte le situazioni in cui ci siamo preoccupati inutilmente. Questo esercizio consente di utilizzare la parte logica del cervello per gestire meglio le reazioni allo stress.

 

La terza e ultima tecnica è osservare i modelli di pensiero che inducono stress. Pensare attivamente di essere all’altezza del proprio lavoro e percepire le problematiche in maniera positiva, aiuta a diventare più consapevoli e a ridurre lo stress.

 

Nel complesso, secondo il director di Janus Henderson Investors, lo stress non deve essere percepito come una cosa unicamente negativa. Un sano livello di stress può motivare a raggiungere i propri obiettivi. Tuttavia, anche se alcuni fattori di stress sono ineliminabili, imparare a gestire le reazioni allo stress può aiutare a liberarsi delle conseguenze mentali e fisiche che può creare.

Visita il corner
Janus Henderson Investors è stata concepita per aiutare i nostri clienti a raggiungere gli obiettivi finanziari a lungo termine
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 51080056_m.jpg
    Investire nell’agricoltura sostenibile
  • tech-meta.jpg
    La crisi dei mercati favorisce il tech