Calano le vendite al dettaglio Usa: inflazione già al picco

02/12/2022

Calano le vendite al dettaglio Usa: inflazione già al picco

La News

Le vendite al dettaglio in termini reali - un indicatore della domanda economica complessiva - sono diminuite significativamente dal 2021. “Storicamente l'inflazione core tende a seguirne l'andamento, e questo suggerisce che potrebbe presto diminuire.

E che quasi certamente ha raggiunto il suo picco. Se le vendite al dettaglio guidano, i prezzi al consumo tendono a seguirle” commenta Max Stainton, Global Macro Strategist Solutions & Multi Asset di Fidelity International.

 

Il grafico qui sotto mostra i valori reali delle vendite al dettaglio deflazionati dall'inflazione dei prezzi al consumo core (che esclude i prezzi di cibo, energia e tabacco) e spostati in avanti di 12 mesi per evidenziare più chiaramente come questa proxy della domanda economica aggregata tenda a guidare le variazioni dei prezzi. 

 

 

“Su questa base, il rallentamento delle vendite al dettaglio reali dal 2021 suggerisce che l'IPC core potrebbe scendere dal 6,3% di ottobre a circa il 2% entro la fine del 2023, se la normale relazione di anticipazione e ritardo dovesse mantenersi” commenta l’esperto.

“Pur considerando questa lettura letterale con un pizzico di sale, la direzione di marcia nel breve e medio termine è chiara. A più lungo termine, prevediamo che l'inflazione si assesti vicino al 3%, superando notevolmente il livello obiettivo del 2% fissato dalla Fed, spinta da fattori strutturali come la decarbonizzazione, la deglobalizzazione e il debito”.

 

Accanto a questo, altri indicatori sono le componenti dei prezzi nelle indagini come gli indici dei responsabili degli acquisti (PMI) e le misure di stress della catena di approvvigionamento, come i tassi di spedizione dalla Cina agli Stati Uniti. Tutti questi mostrano ora un sostanziale ritorno dell'inflazione ai livelli pre-Covid.

 

“Tra le numerose implicazioni per gli investimenti, questa sarebbe certamente una buona notizia per il reddito fisso, ed è parte del motivo per cui riteniamo che le obbligazioni possano finalmente tornare a essere interessanti” prosegue Stainton.

“Tuttavia, il momento in cui la Federal Reserve statunitense inizierà a tagliare i tassi di interesse (il cosiddetto pivot) potrebbe essere ancora lontano.

Per ora, tutti i segnali indicano una fase molto più sfumata del ciclo, con un'inflazione in calo ma ancora elevata.

La rapidità con cui si ritirerà determinerà il momento in cui la Fed cambierà rotta. Per avere un indizio sulla tempistica, tenete d'occhio le vendite al dettaglio negli Stati Uniti”.

Visita il corner
Fidelity International è una delle principali società di gestione di fondi al mondo.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 151798224_m.jpg
    Cogliere i segnali del mercato obbligazionario
  • 115393398_m.jpg
    Cina, il settore che più beneficerà del "nuovo, gigantesco balzo"
  • 107014463_m.jpg
    L’IT guiderà la redditività aziendale nel 2023