01/07/2022

Parola d’ordine diversificare

La News

Per far fronte all’incertezza e alla volatilità che prevale sui mercati gli investitori devono analizzare i rischi di inflazione e di crescita per capire dove posizionarsi in vista di una recessione.

Ugo Montrucchio, Head of Multi-Asset Investments di Schroders, analizza lo scenario attuale e individua gli asset da inserire in portafoglio per proteggersi dall’inflazione.

 

Durante il primo trimestre del 2022, molti investitori multi-asset si sono posizionati in modo deciso a favore degli asset più adatti a proteggere dalle pressioni inflazionistiche. Le materie prime sono state una posizione strategica fondamentale e la performance positiva di questa asset class, fino ad oggi, è stata coerente con i periodi di stagflazione del passato.

 

A fronte di un’economia in rallentamento, gli operatori di mercato sono diventati più equilibrati nel valutare il braccio di ferro tra i rischi di inflazione e di crescita in futuro.

 

Nel breve termine, i banchieri centrali si concentreranno sul controllo dell'inflazione alzando i tassi di interesse e questo peserà sul mercato finanziario.

 

“In un contesto in cui l’inflazione rimarrà elevata, - spiega Montrucchio - ci aspettiamo che le proprietà di diversificazione delle obbligazioni siano più limitate. Con le obbligazioni nominali apparentemente meno utili come copertura dal rischio azionario, per molti investitori sarà importante cercare altre forme di protezione”.

 

“Per quanto riguarda invece i beni rifugio, – prosegue l’esperto - l'oro tende a registrare buone performance dopo i primi rialzi dei tassi, quando iniziano ad affacciarsi i primi timori di recessione. Nei periodi di incertezza l’oro è una buona alternativa agli investimenti perché fornisce protezione e consente di diversificare.

 

La liquidità potrebbe essere un buon diversificatore nel breve termine. Tuttavia, con il graduale aumento dei tassi di risparmio, il costo opportunità associato alla detenzione di liquidità dovrebbero diminuire di conseguenza.

 

In conclusione, secondo Montrucchio, dato lo scenario di incertezza e le sfide che si intravedono all’orizzonte, è fondamentale avere un portafoglio ben diversificato che incorpori due tipi di asset class.

 

Da un lato, gli asset che dovrebbero proteggere da scenari di un'inflazione sostenuta, come le materie prime, i metalli preziosi e i settori azionari più orientati agli asset reali. Dall'altro lato, gli asset che possono rispondere positivamente a un rapido calo dello slancio economico (obbligazioni nominali e inflation linked).

Visita il corner
Il tuo asset manager internazionale. Da oltre 200 anni.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • gold-bank-vault-with-gold-bars.jpg
    Oro e tassi, come cambiano le correlazioni
  • mifid-2.jpg
    MiFID II, sfide e limiti per i consulenti finanziari
  • terra-e-soldi.jpg
    Impact investing, individuare il veicolo più adatto