24/11/2021

Emergenti, meglio il debito delle azioni

di Advisor Professional

La News

Con l'inflazione Usa ai massimi da 30 anni, il mercato ha iniziato a parlare di "lift off", di decollo: quando la Federal Reserve e le altre banche centrali inizieranno ad alzare i tassi di interesse? “Questa è una vecchia storia nei mercati emergenti, dove molti Paesi hanno già aumentato i tassi per cercare di contenere l'inflazione - spiega Wei Li, Global Chief Investment Strategist del BlackRock Investment Institute di BlackRock - Il loro approccio ha messo sotto pressione la crescita già danneggiata da un ritardo nel lancio del vaccino: questo ci rende cauti sulle azioni Emergenti, ma ha reso il loro debito più attraente in un mondo affamato di rendimento”.

 

Un'ampia varietà di Paesi sta ora inasprendo la politica monetaria, dal Brasile alla Russia e alla Corea del Sud. Il risultato? Il mondo emergente ha un vantaggio nella normalizzazione della politica. Una media ponderata dei tassi nei Paesi emergenti si trova ora al 3,2% (parte rossa della barra sinistra del grafico), contro i tassi vicini allo zero o negativi negli Stati Uniti e nella zona euro.  I prezzi di mercato (le parti gialle delle barre) mostrano il lavoro che è stato fatto tra gli Emergenti, mentre i mercati sviluppati devono ancora decollare.

 

 

“Questo è legato alla risposta molto più contenuta all'aumento dell'inflazione nel mondo sviluppato, grazie a un coordinamento fiscale-monetario senza precedenti nell'aiutare l'economia a superare lo shock virale e le nuove politiche delle banche centrali di lasciare l'inflazione un po' calda - conferma Wei Li - Le banche centrali Emergenti hanno storicamente meno credibilità, mentre l'inflazione e le pressioni valutarie sono state molto maggiori.

Ma molte stanno agendo prima e più velocemente questa volta per evitare che le cose vadano fuori controllo”.

 

Ma cosa significa per gli investimenti questo vantaggio degli Emergenti nell'aumento dei tassi?

“Crediamo che supporti il debito – aggiunge la strategist di BlackRock - Il ciclo di rialzo è iniziato ben prima della stretta della Fed, il che ha spesso significato problemi per questi mercati, dato che gli investitori iniziano a chiedere più rendimento per detenere attività più rischiose.

La Fed ha appena iniziato a ridurre gli acquisti di asset, e non vediamo un aumento dei tassi fino alla metà del 2022. L'approccio degli emergenti ha creato un grande cuscinetto di tassi d'interesse rispetto ai mercati sviluppati, ha abbassato le valutazioni e aumentato il reddito da cedola.

E questo rende il debito emergente attraente rispetto al credito dei Paesi sviluppati in un mondo affamato di rendimento”.

 

Inoltre, il miglioramento delle valutazioni e del reddito cedolare dovrebbero aiutare ad ammortizzare eventuali aumenti dei rendimenti e a prevenire movimenti disordinati nelle obbligazioni emergenti quando la Fed si muoverà.

Non dovremmo così vedere una ripetizione del taper tantrum del 2013, quando la decisione della Fed di ridurre gli acquisti di asset causò il caos. In primo luogo, la traiettoria dei tassi conta più della tempistica del lift off: sarà una traiettoria molto superficiale nei Paesi sviluppati questa volta, data la risposta storicamente attenuata all'inflazione.

Inoltre, molti Emergenti sono ora meglio posizionati per resistere alla stretta della Fed e a un dollaro USA più forte. Le valute si sono adeguate, il debito detenuto all’estero è diminuito e i rendimenti corretti per l'inflazione sono aumentati.

 

Cosa piace del debito Emergente? “Ci aspettiamo che il reddito fisso sia generalmente sfidato in un contesto di persistente inflazione e, di conseguenza, sottopesiamo i titoli di stato - entra nei dettagli Wei Li - Riteniamo che il debito in valuta locale EM offra le maggiori opportunità in questo contesto. I rendimenti attuali e le valutazioni valutarie compensano i rischi.

E ci piace il debito EM in valuta locale per la sua duration relativamente bassa, e per i vantaggi di diversificazione. Dà un'esposizione a regioni che costituiscono una piccola quota degli indici azionari emergenti, come l’America Latina.

Preferiamo le obbligazioni in valuta locale dei paesi ad alto rendimento, con solidi saldi delle partite correnti.

Sovrappesiamo anche i titoli di Stato cinesi per i loro rendimenti relativamente elevati e le proprietà di diversificazione.

Rimaniamo neutrali sul debito EM in valuta forte”.

Visita il corner
BlackRock, società di risparmio gestito indipendente, ha un'unica responsabilità: quella verso i suoi clienti.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • stay.jpg
    Rimanere investiti nonostante il virus
  • cina.jpg
    Le prospettive dell'azionario cinese secondo BlackRock