27/10/2020

Recupero a “VW” per gli Stati Uniti

di Advisor Professional

La News

Il virus ha costretto gli economisti a diventare studenti di virologia. Mai frase fu più vera evidenziano gli economici di Capital Group.

Secondo gli esperti, infatti, tutte le previsioni di crescita economica dipendono dalla traiettoria del virus.

Jared Franz, Economista della casa di gestione, sostiene che entro la metà del 2021 l’economia statunitense crescerà a un tasso annualizzato di circa il 2%-3% alimentato dalla domanda rimasta contenuta durante i mesi di confinamento in casa, nonché dalla crescente probabilità che venga reso disponibile al pubblico un vaccino che metterà fine alla pandemia.
 

Bisogna prevedere – afferma l’economista - un recupero a “VW”: a V per i mercati alimentati da ottimismo nel lungo termine e a W per l’economia statunitense con le difficoltà causate dal COVID nel breve termine
 

 

 



Una cosa appare certa: il COVID ha causato un grande divario nell’economia americana. Per alcune aree dell’economia statunitense, ristoranti, alberghi, rivenditori, compagnie aeree e, piccole imprese la recessione ha colpito duramente. Per altri comparti, come ad esempio e-commerce, cloud computing, streaming video, ha comportato uno slancio mai visto prima.

 


 

Secondo gli ultimi dati disponibili, nel secondo trimestre del 2020 l’economia statunitense ha subito una contrazione del 31,4% su base annua, il più grande calo degli ultimi 70 anni. Darrell Spence, economista di Capital Group, sostiene che, nel breve termine, ci sarà una ripresa lenta. Tra le ragioni c’è il quasi esaurimento dello stimolo fiscale.

 

 

Quali sono le implicazioni che l’attuale scenario porta agli investimenti? Gli analisti evidenziano come in mezzo alla peggiore recessione economica dai tempi della Grande Depressione, i prezzi delle azioni statunitensi si sono ripresi rapidamente dai minimi registrati a marzo raggiungendo nuovi massimi record nel mese di settembre.

 

Ad aprire la strada sono state quelle aziende con un solido “vantaggio digitale”, tra cui Amazon, NVIDIA e Facebook. “Secondo il mercato questo è stato un anno disastroso, ma le cose miglioreranno”, afferma Steve Watson, gestore di portafoglio di Capital Group. “Data la natura eccezionale di questo 2020, penso che dobbiamo prepararci a una maggiore volatilità in futuro, ma possiamo ancora trovare investimenti validi e interessanti per il lungo termine”.