Per aver successo in affari è necessario fare in modo che gli altri riescano a vedere le cose nel modo in cui le vedi tu. Donald Trump
avatar

14/03/2019

Banche centrali più dovish: nuove opportunità d'investimento all'orizzonte?

di Advisor Professional

La News

La grande novità di questi primi mesi del 2019?

Senza alcun dubbio il deciso cambio di atteggiamento adottato dalle più importanti banche centrali che di fatto rappresenta un deciso punto di discontinuità rispetto allo scorso anno, che ha visto diversi incrementi dei tassi e importanti passi avanti da parte delle banche centrali nel ridurre i loro bilanci gonfiati.

Questo passaggio a un orientamento più cauto può offrire nuove speranze agli investitori penalizzati dal rallentamento della crescita?

Risponde Arif Husain, responsabile dell'International Fixed Income presso T. Rowe Price.

Iniziamo facendo il punto sulle novità che hanno coinvolto le diverse banche centrali:

1) La Federal Reserve ha annunciato un approccio più “dipendente dai dati”, comunicazione annoverata tra i principali fattori scatenanti del rally messo a segno dagli asset rischiosi dall’inizio dell’anno ad oggi;  e, più di recente, la banca centrale australiana ha preso nuovamente in considerazione la possibilità di un taglio dei tassi.

2) La Banca centrale europea ha evocato la possibilità di un nuovo round di finanziamenti per le banche, rimandando un qualsiasi aumento dei tassi d'interesse.

3) La banca centrale australiana ha preso nuovamente in considerazione la possibilità di un taglio dei tassi.

Questo allineamento dei propositi delle autorità di politica monetaria ha portato un certo ottimismo tra gli investitori nei confronti di un allentamento delle condizioni finanziarie nel 2019. Anche i mercati creditizi, d'altra parte, hanno accolto con sollievo questi sviluppi che hanno portato a un contesto molto più favorevole per le società investment grade che emettono obbligazioni, rispetto alla seconda metà del 2018.

 

Implicazioni per gli investimenti

Se le banche centrali dovessero mantenere questo orientamento accomodante e una maggiore liquidità dovesse affluire nei mercati, il segmento a breve termine della curva nella maggior parte dei mercati obbligazionari tradizionali potrebbe mettere a segno buone performance, ha osservato il team di investimento.

Scendendo più nel dettaglio, ecco le principali aree che potrebbero beneficiare del nuovo contesto di investimento:

 

  • Paesi di elevata qualità - tra i quali ad esempio Israele - dove i rialzi dei tassi di interesse sono già stati prezzati sono particolarmente interessanti, poiché c’è la possibilità che questi rialzi vengano rimandati indefinitamente;
     
  • Alcuni mercati a carry più elevato, per i quali l’orientamento più accomodante della Fed potrebbe persino aprire la porta a tagli dei tassi di interesse. Alcuni esempi? L’India ha già tratto vantaggio da questo nuovo contesto, ma questa possibilità esiste per altri paesi, come ad esempio il Messico.
     
  • Le obbligazioni in valuta locale dei mercati emergenti che in termini di asset class potrebbero essere favorite da migliori condizioni finanziarie e candidarsi  nel concretocome la prossima classe di investimento a beneficiare della maggiore propensione al rischio degli investitori
     
  • Il debito locale di paesi come Indonesia e Romania che oggi spicca per le sue valutazioni interessanti;

 

Secondo il gestore, però, c'è un appunto importante da fare: lo slancio si potrà mantenere soltanto se la crescita al di fuori degli Stati Uniti, e in particolare in Cina e nell’Eurozona, sarà in grado di mostrare chiari segnali di miglioramento nel lungo termine.

CONTENUTI CORRELATI:
  • Hai il DNA imprenditoriale?
    14/03/2019 Hai il DNA imprenditoriale? Quella dell’imprenditore è una figura storicamente intricata. Le sue abilità, così come le responsabilità che ne derivano, sono fumose, tanto che se chiedeste ai vostri amici di elencarvele ricevereste risposte mutevoli. Quel che è certo è che il consulente finanziario dovrebbe avere una mentalità imprenditoriale. Scopri se ne hai una con il nuovo tool di Credit Suisse!
  • 3 (+1) punti di non ritorno climatici che non si possono più ignorare
    15/03/2019 3 (+1) punti di non ritorno climatici che non si possono più ignorare Si parla spesso di cambiamenti climatici irreversibili e di "punti di non ritorno" oltre ai quali nulla potrà essere come prima, ma nel concreto cosa si intende e, soprattutto, che implicazioni possono avere a livello politico sociale ed economico?
  • Amundi AM: La view sui mercati di marzo
    14/03/2019 Amundi AM: La view sui mercati di marzo Nel consueto appuntamento mensile, Ibra Wane, Strategist & Research di Amundi analizza l’andamento dei mercati degli scorsi mesi offrendo al contempo diversi insight per il prossimo futuro.
DALLO STESSO PARTNER:
  • New York 2.jpg
    19/03/2019 Posizionamento: le scelte di T. Rowe Price advisorprofessional Larry Puglia gestisce la strategia US Large‑Cap Core Growth Equity Strategy da più di 5 lustri, un vero e proprio exploit. Nell'approfondimento il gestore di T. Rowe Price racconta il suo approccio di gestione esponendo le sue prospettive per il mercato.
  • Petrolio.jpg
    07/03/2019 T. Rowe Price: ecco come si muoveranno i prezzi petroliferi advisorprofessional I prezzi del petrolio hanno mostrato un andamento molto altalenante negli ultimi anni. Alla luce della grande volatilità registrata quali evoluzioni bisogna attendersi ora? La parola a Shawn T. Driscoll , Portfolio Manager di T. Rowe Price.
  • Petrolio_1.jpg
    28/02/2019 T. Rowe Price: 7 temi per investire in commodity advisorprofessional Petrolio, risorse naturali e commodity in generale: il 2018 non è certamente stato un anno semplice per questo settore. Sorge, tuttavia, spontanea una domanda: ha ancora senso investire in commodity oggi? E nel caso dove e perché? Ecco la risposta degli esperti di T. Rowe Price...