La prima regola: non perdere denaro. La seconda : non dimenticare mai la prima. Warren Buffett
avatar

14/02/2018

Il 2018 dei giovani: tra Millennials ed Emergenti

di Advisor Professional

La News

Mercati più giovani, economie più giovani, abitudini di acquisto e canali di distribuzione che seguono in scia le scelte dei giovani. Da qualsiasi parte li si guardi, gli Emergenti si legano a stretto giro a due fattori chiave: l’uno, di innovazione; l’altro, d’età anagrafica. Va da sé: più bassa è l’età media, maggiore è la propensione complessiva al cambiamento. Come sfruttare tale trend?

 

 

Positivi sull’equity “giovane”

Differenziali di crescita economica in ampliamento e a favore degli Emergenti: è quanto emerge dall’Outlook 2018 di Goldman Sachs Asset Management, che, oltre a confermare la propria preferenza per l’azionario rispetto al comparto del credito, ha ribadito come i mercati sviluppati (MS) risultino meno attraenti rispetto a quelli più giovani (ME).

 

Siamo particolarmente positivi sull’equity emergente, dove i fondamentali sono favorevoli e le valutazioni appaiono interessanti”. Prima dei rialzi dell’ultimo anno, l’azionario delle economie a maggior potenziale di crescita avevano registrato cinque anni di risultati deludenti, con uno sconto di circa il 25% rispetto ai mercati sviluppati. “Pensiamo che i titoli dei mercati emergenti possano continuare a recuperare terreno, sostenuti dalla ripresa economica sospinta dai beni di consumo”.

 

 

…ma attenzione al rallentamento cinese

 “A nostro parere” hanno inoltre aggiunto da GSAM, “il contesto di crescita globale, i differenziali sui tassi reali e le valutazioni relative continuano a favorire l’esposizione alle valute emergenti rispetto al dollaro. Mentre prevediamo un rallentamento della crescita cinese (peraltro benvenuto se è una conseguenza delle riforme) ci aspettiamo che questo fenomeno sia in parte controbilanciato dal miglioramento delle economie emergenti orientate alle materie prime”.

 

 

Tecnologia emergente per mercati… Emergenti

Come ricordati dagli esperti di GSAM, la mancanza di tecnologia e infrastrutture consolidate in molte economie Emergenti ha reso più facile l’approccio al cambiamento; alcune barriere sono state invece poste dai Paesi sviluppati. Considerato che l’86% dei Millennials, prima vera generazione di “nativi digitali” risiede negli Emergenti, i tassi di penetrazione

dell’e-commerce superiori in tali mercati hanno creato opportunità lungo tutta la filiera produttiva. Nelle economie più giovani l’adozione di piattaforme di pagamento mobile e l’utilizzo di e-wallet ha superato in velocità ogni Paese sviluppato, ostacolato da un sistema bancario ancora lontano dall’indipendenza “fisica” e dalla lentezza dei processi di investimento nel settore delle vendite al dettaglio; un vuoto, questo, che è stato riempito da provider alternativi.

 

 

Rivoluzione al dettaglio e nel consumo primario

Nel 2017 ci aspettiamo cambiamenti dirompenti nel settore delle vendite al dettaglio USA, ed un conseguente calo delle performance dei titoli nel settore retail e nel comparto immobiliare ad esso collegato. Riteniamo che i beni di consumo primario siano pronti ad affrontare un cambiamento radicale nel 2018, e manteniamo alta l’attenzione sugli effetti trasversali che tali cambiamenti potrebbero avere sugli altri settori”.

 

Il comparto delle vendite al dettaglio è stato fortemente colpito dall’avvento dell’e-commerce, e continuerà a subire pressioni sul fronte della crescita dei margini e dei ricavi. Mentre gli operatori tradizionali dovranno quindi concentrarsi su soluzioni alternative, quali la creazione di un canale unico per lo shopping (omni-channel) che si appoggi ad una catena di produzione che sfrutta i vantaggi di scala, nel 2018 anche i beni di consumo primario potrebbero dover correre ai ripari. Il settore dei prodotti di base potrebbe essere infatti il prossimo obiettivo della disintermediazione dell’e-commerce, ovvero di quello “scaffale infinto” online che permette l’acquisto diretto e senza banconote.

 

 

 

Articoli correlati:

Goldman Sachs Asset Management: overview sul 2018

2018 in cerca di risposte: 4 domande che scottano

2018, anno di rivoluzioni: 3 tematiche chiave

CONTENUTI CORRELATI:
  • Capitalismo per tutti: la conoscenza deve essere universale
    13/02/2018 Capitalismo per tutti: la conoscenza deve essere universale Immaginare come sarà la nostra vita tra vent’anni è, nell’era della rivoluzione digitale, un esercizio rischioso. Come reinventare la nostra società in sintonia con questi sconvolgimenti che trasformeranno il nostro modo di lavorare, di vivere o anche di pensare? Risponde Didier Le Menestrel, Presidente e CEO di La Financière de l’Echiquier, nell’editoriale di febbraio 2018.
  • Rovelli: "il bull market non è ancora giunto al termine"
    13/02/2018 Rovelli: "il bull market non è ancora giunto al termine" Nelle ultime due settimane sui mercati azionari si è assistito ad una correzione brutale e a un'autentica esplosione della volatilità. E' importante chiedersi quanto di questa correzione sia dovuta a ragioni tecniche e quanto a ragioni fondamentali che, quindi, potrebbero rendere lo scenario di medio periodo meno favorevole...
  • “Vi svelo il driver ora alla guida del dollaro”
    13/02/2018 “Vi svelo il driver ora alla guida del dollaro” In questa pillola video di un minuto, Keith Wade, Capo Economista & Strategist di Schroders, commenta la forza dell’economia globale e gli indicatori da tenere sotto osservazione.
DALLO STESSO PARTNER:
  • key.jpg
    02/02/2018 2018, anno di rivoluzioni: 3 tematiche chiave advisorprofessional Software, scommesse e beni di consumo; gaming, viaggi e settore del lusso: nell’epoca dei big data l’evoluzione della tecnologia è solo uno degli aspetti che si lega al cambiamento strutturale. Su quali concetti fare leva in una società sempre più veloce?
  • lights-flames-black-480x320.jpg
    26/01/2018 2018 in cerca di risposte: 4 domande che scottano advisorprofessional Economie sviluppate in fase interlocutoria, sebbene il clima generale resti positivo: l’espansione globale continuerà? La corsa del mercato va ancora assecondata? E’ il momento di correre ai ripari? C’è ancora valore nel 2018?
  • bigstock-160295186-1-480x320.jpg
    18/01/2018 Goldman Sachs Asset Management: overview sul 2018 advisorprofessional Meglio il credito ai titoli governativi; meglio l'equity al comparto del credito; meglio le azioni dei mercati emergenti a quelle dei mercati sviluppati. Due fattori tornano però a scandire l’andamento della piazza finanziaria nel 2018: dollaro e petrolio. Qual è la view di GSAM?