La spesa pubblica in deficit è semplicemente uno schema per la confisca della ricchezza. Alan Greenspan
avatar

13/09/2017

Bitcoin: perché fa paura alle banche centrali?

di Advisor Professional

La News

Banche centrali sul piede di guerra contro la “minaccia” valutaria che da qualche tempo sbilancia il mercato dei cambi globali. Il biticoin, assieme con la sua tecnologia di trasferimento a blocchi (blockchain), fa tremare le istituzioni più alte, che se da un lato comprendono il potenziale innovativo della cripto moneta, dall’altro ammoniscono sui rischi che’essa cela. Cos’è necessario sapere?

 

La Cina dichiara guerra alle cripto valute...

Risale a qualche giorno fa la decisione presa dalla Banca centrale cinese, la PBoC, di vietare l’azione delle cosiddette ICOs, piattaforme di raccolta fondi tramite bitocin. Le ICOs funzionano alla stregua delle IPO, con l’investitore che, invece di detenere una quota in azioni della società che si è andati a finanziare, ottiene un ammontare di valuta virtuale, soggetta alle fluttuazioni del mercato. Tale metodo di finanziamento, dichiarato illegale, viaggia su circuiti diversi da quello ufficiale e non permette al Governo di tenere sotto controllo il mercato del credito.

 

...ma non è la sola

Quello della PBoC è solo uno dei tanti casi. Come riportato dagli esperti di Schroders, c’è un crescente disagio da parte delle banche centrali e delle autorità ufficiali nel parlare di sistemi di pagamento tecnologici. Se da un lato prevale infatti la titubanza di un metodo che potrebbe distruggere il tessuto bancario classico, dall’altro c’è la curiosità e l’interesse nello scoprire un nuovo modo di trasferire denaro (ed informazioni) in maniera privata, immediata ed efficace.

 

Tre questioni che restano aperte

Gli esperti della società di gestione hanno individuato tre tematiche che tengono sull’attenti le banche centrali di tutto il mondo.

In primo luogo: le banche di oggi saranno “Amazon-ate”? La questione sul servizio offerto e sul costo trasferito sull’investitore è cruciale in un mondo che propone soluzioni di pagamento senza l’interposizione di un intermediario.

Ciò si collega ad secondo tassello, quello del passaggio ad un modello di servizi più dinamico e meno standardizzato. Dal 2009, evidenziano da Schroders, molte fasce di business sono passate dall’investire tramite banca al mondo dell’asset management. Oltre 600 miliardi di dollari sono stati destinati al finanziamento del debito privato, mentre l’attenzione è passata dallo sviluppo del sistema bancario alla crescita di quello tecnologico: la forte dipendenza della finanza da tale segmento, infatti, l’ha reso tassello fondamentale per il sistema.

Infine, la possibilità di creare moneta al di fuori del seminato ufficiale diminuisce la capacità d’azione delle banche centrali sul contesto economico di riferimento, e dunque di correggere la rotta nel caso in cui si verificassero rallentamenti strutturali. La presente tendenza si registra parallelamente nel campo della vigilanza: l’esistenza di una moneta tecnologica che non ha né frontiere, né tracce, rende difficoltose le lotte globali al terrorismo, alla corruzione e all’evasione fiscale.

 

Uno sviluppo tutto da vedere. Con una certezza

Per quanto le autorità cinesi, al pari del resto del mondo, possano vietare le ICOs o la circolazione di divise virtuali non tracciate, le stesse sanno di non poter bloccare i pagamenti sulla blockchain. Anzi, traggono spunto proprio dal bitcoin per pensare ad un sistema di pagamenti ufficiale che sfrutti la nuova tecnologia a vantaggio del modello classico del fare banca.

Se è difficile prevedere l'evoluzione esatta delle cose, di certo c'è che le istituzioni centrali utilizzeranno ogni mezzo a loro disposizione per smorzare l'entusiasmo che, oltre al bitcoin, interessa tutti circuiti di cripto valute, traendo però qualche spunto...

CONTENUTI CORRELATI:
  • Pictet-Global Megatrend Selection spiegato in 4 punti
    13/09/2017 Pictet-Global Megatrend Selection spiegato in 4 punti Su quali temi investe il fondo? Perché sceglierlo? A chi consigliarlo? Ecco quello che bisogna sapere...
  • Tassi a lungo termine: "il prossimo movimento sarà rialzista"
    13/09/2017 Tassi a lungo termine: "il prossimo movimento sarà rialzista" Settimana nuovamente all’insegna di un mercato azionario caratterizzato da movimenti di poca ampiezza, tassi a lungo termine sui minimi storici dell’anno. Nel frattempo, si è disquisito un po’ di macroeconomia e molto di meteorologia...
  • Bill Gross: l’economia USA regge. Il “dramma” è politico
    13/09/2017 Bill Gross: l’economia USA regge. Il “dramma” è politico Lascia poco al caso la risposta del portfolio manager di Janus Henderson Investors, che si dice però sereno di fronte al rischio “shutdown”: fissare un tetto al debito americano è insensato, perché implicherebbe uno stop degli investimenti governativi da parte del Congresso, un controsenso che ha del “ridicolo”.
DALLO STESSO PARTNER:
  • oro+gold.jpeg
    21/09/2017 Oro sorprendentemente a rifugio di pochi advisorprofessional In questa analisi flash, James Luke, co-gestore del fondo Schroder ISF Global Gold, evidenzia come gli investitori siano poco investiti sull’oro e, a fronte di ciò, spiega gli effetti esponenziali che avrebbe un ritorno del mercato toro sull’asset class.
  • Camp.jpg
    08/09/2017 Al via Schroders Camp 2017 - Girone di ritorno advisorprofessional Riparte il 12 settembre il Roadshow targato Schroders con 35 tappe in tutta Italia. Ricominciano gli allenamenti per affrontare insieme la seconda parte dell'anno. I nuovi schemi di gioco mettono al centro del campo i trend d'investimento più interessanti: Credito, Mercati Emergenti e Città Globali.
  • Chart attack: quattro grafici che non ti aspetti
    07/09/2017 Chart attack: quattro grafici che non ti aspetti advisorprofessional Pannelli solari, criptovalute, titoli tecnologici e tè all'inglese. Sono questi alcuni dei protagonisti selezionati da Schroders nel "Chart attack" di agosto, la rassegna degli eventi di mercato più particolari che, oltre a generare profitto per chi si è collocato dalla giusta parte della curva, strappano ora anche un sorriso.