05/10/2022

Alla ricerca dei fondamentali per investire in dividendi

La News

In questo scenario di incertezza, che vede le banche centrali sempre più intenzionate a proseguire la politica al rialzo dei tassi di interesse, i titoli che pagano dividendi hanno dimostrato una maggiore resilienza rispetto ai titoli value.

Queste strategie meritano un posto all’interno del portafoglio, data la loro capacità di contribuire alla generazione di rendimenti reali a lungo termine. Tuttavia, per identificare le società più affidabili è necessario fare un'approfondita ricerca sui fondamentali. Parola di Nisha Thakrar, specialista delle soluzioni per i clienti di Capital Group.

 

Il drastico cambiamento nella leadership del mercato azionario potrebbe aver condotto molti a riconsiderare il ruolo degli investimenti value. Tuttavia, sia che i titoli growth tornino a crescere, sia che i titoli value siano destinati a rimanere, la capacità di resilienza in questo periodo di incertezza richiederà un approccio che presti attenzione ai fondamentali di lungo termine delle società.

“Le società con un track record di pagamenti e distribuzioni crescenti nel tempo hanno il potenziale per generare rendimenti reali a lungo termine”, spiega Thakra. “Identificare queste società resilienti, tuttavia, richiede una ricerca bottom-up approfondita con focus sul lungo termine”.

 

Il connubio di inflazione crescente e tassi spinti al rialzo ha causato un'impennata della volatilità e una minore visibilità della crescita degli utili. In questo contesto, i titoli growth sono stati puniti più dei titoli che pagano dividendi o di quelli value. La maggior parte del valore dei titoli value e di quelli che pagano dividendi è nei flussi di cassa a breve termine.

 

Queste società tendono a pagare una quota maggiore dei loro profitti come reddito da dividendi. Ciò li rende più adatti a fronteggiare condizioni difficili. I dividendi sono più simili alla tartaruga che alla lepre quando si tratta di rendimenti degli investimenti, tuttavia, come attesterà chiunque abbia letto la favola, la lentezza e la costanza di solito vincono la corsa.

 

Sebbene gli investimenti in dividendi abbiano dimostrato il proprio valore in mercati difficili, Thakrar ritiene che possano anche svolgere un ruolo chiave nella generazione di rendimenti a lungo termine, il che giustifica l’inserimento all’interno dei portafogli. Per sfruttare appieno il loro potenziale, tuttavia, è necessario un ulteriore livello di due diligence, guardando al di là dei titoli ad alto rendimento verso quelli con un track record di crescita costante dei dividendi.

 

I titoli con crescita dei dividendi sono in genere di qualità superiore rispetto a quelli ad alto rendimento, con una storia di crescita degli utili e dei profitti, nonché rendimenti su attività, capitale proprio e capitale investito più elevati. La solidità di tali fondamentali consente a queste società di capitalizzare i dividendi a livelli superiori rispetto ai titoli ad alto rendimento, premiando gli investitori con forti guadagni.

 

Concludendo, secondo la specialist di Capital Group, per distribuire un dividendo in crescita è necessario che le società dispongano di una disciplina per l'allocazione del capitale e di solidi fondamentali. Di conseguenza, l'investimento in dividendi non può essere semplicemente la selezione dei titoli a più alto rendimento di oggi. Trovare società affidabili con la capacità e la volontà di pagare i dividendi correnti e di farli crescere in futuro richiede invece un'approfondita ricerca sui fondamentali.

 

Un approccio fondamentale alla selezione di titoli è essenziale per identificare tali titoli e investire in società con crescita dei dividendi a lungo termine.

Visita il corner
Fondato negli Stati Uniti nel 1931, Capital Group gestisce i risparmi degli investitori per generare risultati eccellenti e costanti nel lungo termine.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 107701525_m.jpg
    Questa volta è diverso? NO!
  • barca-dollaro.jpg
    Con i tassi in rialzo più spazio al credito
  • 9027524_m.jpg
    Come impiegano il loro tempo i migliori consulenti