29/06/2022

Dieci consigli per navigare i mercati

La News

In un’epoca di crisi come quella attuale dove la crescita economica è minacciata dal rialzo dell’inflazione e dall’aumento dei tassi di interesse, l’investitore deve affrontare uno scenario particolarmente turbolento e volatile.

 

I mercati stanno entrando in un’epoca fatta di tassi alti, inasprimento delle politiche monetarie e inflazione alle stelle. Dopo il dodicennio felice in seguito alla crisi del 2008, i consulenti finanziari devono dispensare consigli utili agli investitori e aiutarli a prendere le giuste decisioni.

 

In questa fase complessa e instabile per i mercati, la consulenza comportamentale viene fatta non tanto per sapere le preferenze del cliente negli investimenti, quanto per fare il bene del portafoglio.

 

Il professor Paolo Legrenzi, contributor di GAM Investments elenca dieci consigli utili per affrontare il futuro e non farsi trovare impreparati di fronte allo scenario di incertezza e volatilità.

 

1. Incertezza: sul tempo breve. Al momento lo scenario appare incerto, successivamente l’incertezza diventa rischio, non è ancora sicurezza, ma è un rischio calcolabile. Passa il tempo e il rischio calcolabile diventando passato si trasforma in certezza solidificata dai risultati del passato. Infine, diventa assicurazione quando ormai non solo l’incertezza è diventata certezza ma si è anche trasformata in un cuscinetto sicuro su cui puoi far appoggiare il cliente e renderlo tranquillo. Solo allora la certezza si trasforma in assicurazione. Il consulente ha il compito di accompagnare questi passaggi e di segnalarli.

 

2. Liquidi tenuti sui conti correnti. Un altro fattore da considerare è l’eccesso di liquidità in portafoglio. L’inflazione è subdola e anche se noi non ce ne accorgiamo erode rapidamente il capitale.

 

3. Quale investimento è migliore. In questo scenario volatile è difficile prevedere come si muoveranno i mercati. La chiave è diversificare per compensare eventuali perdite.

 

4. In tempi di incertezza assicurati. In futuro ci sarà meno assistenza da parte dello Stato perché i contributi saranno minori a causa della disoccupazione e l’assistenza.

 

5.-6. I soldi erano suoi nel momento in cui il tuo cliente te li ha consegnati. I risparmi funzionano a modo loro, diverso da come funziona la testa del proprietario. Il consulente finanziario ha il dovere di spiegare agli investitori di non farsi sopraffare dalle emozioni e di non farsi influenzare da quello che dicono i media.

 

7. Delle emozioni si preoccupa il consulente. In uno scenario di incertezza è fondamentale tranquillizzare il cliente e aiutarlo a prendere le giuste decisioni indipendentemente dall’andamento dei mercati.

 

8. Il tempo. Allenare il cliente ad accettare le perdite e a focalizzarsi nel lungo termine è la chiave per navigare i mercati volatili.

 

9. Preoccupazioni. Il cliente deve agire il meno possibile e capire che meno bada ai soldi e più questi crescono. Compiere delle scelte metto sotto pressione l’investitore che a causa della paura può compiere scelte sbagliate.

 

10. Il campo della consulenza al risparmio è una prateria libera, selvaggia da occupare. L’unico servizio, il solo ambito di consulenza dove ci si può fare un nuovo cliente senza portarlo via al concorrente. Importante è l’equilibrio tra il tempo dedicato ai vecchi clienti a quello rivolto ai nuovi.

 

Nel complesso, secondo Legrenzi, dietro questi suggerimenti ci sono dieci principi non solo di igiene mentale ma anche di benessere dei risparmi, che devono avere una vita propria.

Visita il corner
GAM è una delle maggiori società mondiali indipendenti dedicate esclusivamente alla gestione patrimoniale.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 34116049_m.jpg
    Compito del consulente: individuare i trend di lungo periodo
  • 27331778_m.jpg
    Tempo e pazienza, ingredienti del successo
  • perseveranza.jpg
    Meno controllo e più perseveranza