Obbligazioni di frontiera, una soluzione per combattere l’incertezza

29/06/2022

Obbligazioni di frontiera, una soluzione per combattere l’incertezza

La News

Con le Borse in rosso e la crescita in frenata gli investitori dovrebbero guardare con interesse il mercato delle obbligazioni di frontiera, un’area interessante e ricca di opportunità quando tutto va male e il futuro è incerto. Parola di Rod Davidson, Head of Fixed Income – Investment Specialists, abrdn.

 

Le obbligazioni di frontiera sono un mercato in forte espansione che offre rendimenti superiori alle obbligazioni sovrane dei paesi emergenti in valuta forte e in valuta locale. Negli ultimi anni ha conosciuto una crescita molto sostenuta, raggiungendo una capitalizzazione di mercato complessiva di 865 miliardi di dollari.

 

Naturalmente un rendimento elevato non è mai una condizione sufficiente per investire, prima di decidere bisogna infatti valutare i rischi.

La pandemia di Covid-19, seguita dal crollo del mercato immobiliare cinese, dalla crescita dell’inflazione, dall'inasprimento delle condizioni monetarie e dal conflitto in Ucraina che ha fatto impennare i prezzi dell’energia, hanno fatto crescere i rischi connessi al possesso di obbligazioni di frontiera.

 

“Tuttavia - spiega Davidson - la prima cosa da tenere presente in questo contesto generalizzato è che i mercati di frontiera sono molto diversi tra loro, il che consente di diversificare l'esposizione ai rischi”.

 

Un altro fattore da considerare nella valutazione dei rischi è la volatilità dei rendimenti”, aggiunge l’esperto. “In passato l'andamento dei rendimenti delle obbligazioni di frontiera era più simile a quello delle azioni che a quello delle obbligazioni. Oggi la differenza è che i mercati azionari hanno recuperato parte del terreno perso dopo l'invasione della Russia, mentre le obbligazioni di frontiera no, e questo potrebbe indicare la presenza di un'opportunità d'investimento”.

 

“Inoltre, le condizioni attuali dell’offerta di nuovi bond appaiono nel complesso favorevoli ai mercati di frontiera, dato che le nuove emissioni da inizio anno sono state scarse”.

 

Davidson sottolinea che “in un contesto incerto e volatile come quello attuale è fondamentale essere selettivi sul mercato high yield. È quindi di vitale importanza effettuare ricerche accurate per evitare i paesi di frontiera che offrono rendimenti alti perché sono in una situazione difficile”.

 

Concludendo, secondo l’esperto di abrdn, il mercato delle obbligazioni di frontiera oggi offre rendimenti di gran lunga superiori a quelli degli altri segmenti del comparto obbligazionario. Tuttavia è cruciale un'accurata selezione degli investimenti per cogliere le opportunità che si presentano in questo segmento di mercato.

Visita il corner
Abrdn è un asset manager globale impegnato a creare valore a lungo termine per la clientela. Con oltre 1.000 professionisti degli investimenti, gestisce patrimoni di clienti in circa 80 paesi e oltre 40 uffici in tutto il mondo, tutto ciò consente alla società di essere vicina ai propri clienti e ai mercati in cui investe.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 133215659_m.jpg
    Asia: investire nelle aziende innovative del futuro
  • 46379392_m.jpg
    Tre small cap che fanno la differenza
  • emerging1.jpg
    Gli effetti dell’inflazione sul debito Emergente