22/06/2022

L’inflazione favorisce il real estate

La News

In uno scenario caratterizzato dall’incertezza a causa delle tensioni geopolitiche, del rialzo dell’inflazione e del rallentamento della crescita, gli investitori vogliono mettersi al riparo da eventuali rischi. Il settore real estate può offrire rendimenti interessanti anche nei contesti di mercato più turbolenti e volatili. Parola di Zsolt Kohalmi, Global Head of Real Estate and Co-Chief Executive Officer di Pictet AM.

 

Gli immobili non sono lo strumento di copertura ideale contro l’inflazione. Tuttavia, nel lungo termine, i valori degli affitti e delle proprietà tendono ad aumentare insieme al rialzo dei prezzi.

 

In un contesto inflativo, il real estate, a differenza di altre asset class, può offrire un parziale riparo. Innanzitutto, perché nonostante la brusca frenata della crescita il settore ha registrato una lieve crescita della domanda di immobili commerciali e residenziali.

 

In secondo luogo, perché, nonostante il programma di inasprimento monetario programmato dalle banche centrali, l’inflazione dovrebbe continuare la sua corsa al rialzo. L’impennata dei prezzi è utile per il comparto immobiliare perché fa salire gli affitti e favorisce la crescita dei prezzi degli immobili.

 

Secondo Kohalmi, l’investitore deve puntare su quegli immobili che sono sensibili al rialzo dell’inflazione e in cui gli affittuari sono in grado di permettersi ogni possibile aumento del canone di locazione.

 

Un altro fattore da considerare è la tipologia degli immobili e dei singoli edifici. Con l’impennata dei prezzi dell’energia e delle materie prime, è necessario investire in edifici green ed ecosostenibili, che risultano più economici da gestire.

 

Proprio per questo motivo assisteremo in futuro a un’accelerazione delle iniziative green in tutto il settore immobiliare per migliorare l’efficienza energetica. Attualmente solo una piccola percentuale di edifici vanta credenziali verdi complete.

 

L’aumento dei prezzi può favorire la crescita del settore del real estate”, spiega l’esperto. “Tuttavia, c'è una parte del settore immobiliare che non è protetta dall’inflazione: l'edilizia. Lo scenario è volatile, di conseguenza bisogna fare molta attenzione e scovare le opportunità nelle aree che ti consentono di ottenere rendimenti nel lungo termine”.

 

Nel complesso, Pictet AM attua una strategia che consiste nel limitare i progetti di sviluppo immobiliare al 25% del portafoglio totale, in modo tale da ridurre il rischio, lungo l'intero ciclo economico.

 

Concludendo, Kohalmi sottolinea che “è fondamentale investire in un orizzonte temporale di lungo termine per godere di una migliore possibilità di crescere e contrastare un'eventuale caduta del mercato”.

Visita il corner
Pictet è uno dei maggiori specialisti nel campo della gestione di patrimoni per clientela privata ed istituzionale.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • emerging-markets1.jpg
    Emergenti, essere selettivi per cogliere le opportunità
  • Schermata 2022-06-29 alle 11.20.14.jpg
    Adattare la duration al contesto di mercato