25/01/2022

Investire in automazione, infrastrutture e nuove tecnologie

La News

Anche se il COVID-19 ora sembra più sotto controllo, alcune parti dell'economia globale come il mercato lavoro, la domanda di servizi e gli investimenti devono ancora riprendersi completamente.  Inoltre, i Mercati Emergenti, penalizzati da un tasso di vaccinazione rimasto relativamente basso e politiche monetarie e fiscali meno accomodanti rispetto ai Paesi Sviluppati, potrebbero completare la fase di recupero con una maggiore disponibilità di vaccini.

 

Quali saranno, quindi, gli scenari economici e finanziari del nuovo anno? Secondo gli esperti di Credit Suisse AM, il 2022 sarà caratterizzato da una fase di transizione. A caratterizzare i prossimi mesi sarà una sempre maggiore rilevanza data ai temi legati alla sostenibilità. Dovremmo assistere, fanno sapere dalla casa di gestione, a un recupero degli investimenti nella componente non residenziale. Inoltre, un livello di domanda di beni ancora elevato, che si accompagna ad un livello di scorte depresso, dovrebbe tradursi in una ripresa della produzione industriale, non appena i problemi della catena di approvvigionamento inizieranno ad attenuarsi.

 

Probabilmente non ci sarà subito un completo rientro sui livelli pre-pandemia a fronte di alcuni fattori tra cui la rigidità del mercato del lavoro. La ripresa economica nel 2021 ha contribuito a riportare i tassi di disoccupazione in molti Paesi sui livelli pre-pandemia e con il previsto recupero della spesa per servizi nel 2022, il mercato del lavoro potrà diventare rapidamente problematico. Un’altra variabile da tenere in considerazione è la tendenza demografica negativa e il conseguente calo della popolazione in età lavorativa, portando ad aggravare la situazione dell’offerta di lavoro in molti Paesi.

 

Durante la pandemia, le principali autorità di politica monetaria hanno posto in essere enormi programmi di acquisto di titoli per fornire ai mercati finanziari ampia liquidità e mantenere condizioni finanziarie favorevoli alla ripresa economica. Le Banche Centrali, adesso, inizieranno a ridurre i propri acquisti per poi aumentare i tassi. In questo contesto i tassi d’interesse reali potrebbero aumentare e ciò comporterà modesti rendimenti ed un aumento della volatilità.
 

I rendimenti del mercato azionario, trainati in gran parte dalla crescita degli utili aziendali, rimarranno positivi mentre il comparto del reddito fisso continuerà a fornire risultati deludenti. Secondo Credit Suisse AM, gli investitori dovranno diversificare per ottenere rendimenti non trascurando le tematiche ESG.

Visita il corner
Credit Suisse Asset ManagementGeneriamo valore. Per te.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 8863913_m.jpg
    Conoscere per rimanere competitivi
  • 23400725_m.jpg
    EdTech, un trend da studiare
  • 121746553_m.jpg
    Seguire le abitudini sostenibili delle ultime generazioni