25/01/2022

Quali le economie emergenti su cui puntare

La News

La crescita economica dei mercati emergenti è ormai un dato di fatto. Secondo Andrew Rymer, CFA, Emerging Markets Investment Specialist di Schroders, però, la crescita rallenterà nel 2022.

 

Ci sono alcune ragioni che portano ad aspettarsi una decelerazione. Il commercio globale è un importante motore della crescita dei mercati emergenti e mentre ulteriori scorte post-pandemia da parte delle aziende potrebbero fornire un sostegno a breve termine, è improbabile che continuino i tassi stellari di crescita delle esportazioni visti durante il 2021.

All'interno dei mercati emergenti, una politica monetaria e fiscale più rigida peserà sempre più sull’andamento delle economie. Il forte aumento dell'inflazione dei mercati emergenti, che ha soffocato molti di loro nel 2021 e ha costretto le banche centrali ad aumenti relativamente aggressivi dei tassi di interesse, dovrebbe attenuarsi. Tuttavia, i tassi più alti solitamente pesano sull'attività con un ritardo da sei a nove mesi.

 

David Rees, Senior Emerging Markets Economist della casa di gestione, sottolinea come la grande maggioranza dei mercati emergenti sta somministrando il vaccino a una popolazione sempre più vasta e ciò sta impattando anche sulla ripresa dell'attività economica.

Rees conferma che la crescita rallenterà e nello specifico evidenzia come la crescita del PIL nei mercati emergenti rallenterà dal 6,5% previsto nel 2021 a circa il 4,5% nel 2022.

 

Tom Wilson, Head of Emerging Market Equities di Schroders, sottolinea come ci sia una normalizzazione in corso a livello globale, sostenuta dalla distribuzione del vaccino, così come da alti livelli di immunità post-infezione. L'inasprimento delle politiche da parte della Fed può essere un ostacolo continuo, ma i mercati emergenti sono più resistenti rispetto all'ultimo ciclo di rialzo dei tassi.


Nel complesso, le valutazioni dei mercati emergenti non sono a buon mercato rispetto allo storico. Tuttavia, ciò nasconde notevoli variazioni in termini di Paese, settore, titolo e stile d'investimento.

 

A livello di Paesi, gli esperti della casa di gestione mantengono una visione relativamente meno favorevole sulla Cina. Discorso inverso per l’India sulla quale vi sono promettenti prospettive a lungo termine sostenute dal progresso delle riforme.

Gli investitori dovrebbero puntare sui mercati emergenti dell'Europa come Polonia, Ungheria e Russia, dove la crescita economica è forte e le valutazioni sono ragionevoli.

Visita il corner
Il tuo asset manager internazionale. Da oltre 200 anni.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 46550612_m.jpg
    Investire mettendo l’uomo al centro
  • bandiera-Messico.jpg
    Messico, commodity e inflazione frenano la crescita
  • decrescita.jpg
    La stagflazione minaccia i mercati