Mercati sviluppati ed emergenti, ecco dove trovare “Alpha”

19/01/2022

Mercati sviluppati ed emergenti, ecco dove trovare “Alpha”

La News

Il 2022 sarà un anno di decelerazione per le economie globali che subiranno, nel 2023, un ulteriore rallentamento.

Un fatto naturale dopo il boom dello scorso anno che scontava gli effetti dei precedenti lockdown dovuti alla diffusione della pandemia.

In ogni caso, le previsioni degli esperti di Goldman Sachs Global Investment Research e Goldman Sachs Asset Management sono di un +6% di crescita a livello globale per il 2021, +4,6% per l’anno in corso e +3,5% per il prossimo, con un ritorno quindi al trend di lungo periodo.

 

 

E per quanto riguarda i mercati azionari? “Il momentum degli attivi maggiormente esposti al rischio ha seguito il consolidato modello storico che prevede un secondo anno di ripresa particolarmente forte - mettono in chiaro da Goldman Sachs Asset Management - Per il futuro ci aspettiamo che i rendimenti rispecchino maggiormente l’andamento dei fondamentali, indicando una traiettoria azionaria più moderata con una maggiore vulnerabilità alla volatilità episodica. Riteniamo che i tassi di interesse e la politica delle banche centrali, fattori fortemente influenzati dalle dinamiche dell’inflazione, rappresentino i maggiori rischi per le azioni globali”.

La normalizzazione delle politiche monetarie e l’avvio della fase di rialzo dei tassi di interesse, in presenza di valutazioni elevate dei listini azionari, possono portare a una maggiore volatilità sui mercati nel lungo periodo.

“La storia dimostra che sebbene nei mercati “fat and flat” si verifichi un ribasso del 5-10% ogni 13 mesi circa, gli investitori recuperano oltre il 100% della correzione entro sei mesi” rassicurano però da Goldman Sachs, rilevando come i vari driver macroeconomici possano implicare rendimenti più bassi e una maggiore volatilità per i titoli statunitensi in futuro.

 

Infatti, a fronte di un rendimento storico annualizzato dell’S&P500, tra il 2011 e il 2020, pari al 14% e una volatilità analoga, le aspettative per il prossimo decennio sono di una volatilità di poco inferiore al 16% annualizzato con un rendimento in forte discesa a circa il 7 per cento.

 

“La biforcazione del mercato dovrebbe restringersi con la riduzione dei differenziali tra i rendimenti fattoriali come “value” vs “growth”, USA vs non-USA, large-cap vs small-cap e altri. In questo scenario, crediamo che la generazione di Alpha diventerà più globale, concentrata e idiosincratica”.

 

Sugli altri mercati sviluppati, infatti, le valutazioni più “a sconto” e il passaggio a settori più stabili e ad alta crescita dovrebbero favorirne l’apprezzamento, anche alla luce della riduzione del differenziale di crescita degli utili.

“Nel 2022, per TOPIX e STOXX 600 prevediamo una crescita degli utili pari rispettivamente al 7% e al 6%, in recupero rispetto all’8% dell’S&P500” confermano gli esperti.

 

 

E per quanto riguarda la divergenza tra mercati sviluppati ed emergenti che l’anno scorso è stata particolarmente ampia? “A nostro parere, gli emergenti sono ben posizionati per la ripresa globale – spiegano da Goldman Sachs Asset Management - Sul fronte “macro”, il differenziale di crescita dovrebbe accelerare man mano che il PIL dei mercati sviluppati torna in linea con il trend.

Questi fattori, associati ai tassi statunitensi potenzialmente più elevati e ad un dollaro più debole, hanno storicamente rappresentato condizioni favorevoli per le azioni dei mercati emergenti. Al di là del “Beta”, il potenziale di Alpha è forte. Negli ultimi sette anni, le società con le migliori performance al mondo risultano appartenere, per la maggior parte, ai mercati emergenti.

I migliori gestori “attivi”, che sono stati in grado di identificare questi titoli, hanno registrato risultati di gran lunga superiori al resto del mercato, mentre i gestori “attivi” dell’ultimo quartile hanno marginalmente “sottoperformato” quelli “passivi”. Riteniamo che un approccio a lungo termine e bottom-up rappresenti il modo ottimale per prendere esposizione sui paesi emergenti”.

 

 

Visita il corner
Il nostro principale obiettivo è supportare i nostri clienti nella ricerca delle migliori soluzioni di investimento.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 41803629_m.jpg
    I numeri dello Stewardship Report 2021 di Goldman Sachs Asset Management
  • 91244032_m.jpg
    Gli effetti benefici degli investimenti nella transizione verde
  • 43693594_m.jpg
    Guerra e investimenti: come muoversi