Crescita reale in rallentamento: le prospettive di Janus Henderson

29/11/2021

Crescita reale in rallentamento: le prospettive di Janus Henderson

di Advisor Professional

La News

La crescita in termini reali, a sei mesi dell'aggregato monetario ristretto globale, registra un rallentamento a settembre, è questo il responso dei nuovi dati monetari.

 

Secondo Simon Ward, Economic Adviser in Janus Henderson, il rallentamento comporterà un indebolimento, verso la fine del 1° trimestre 2022 e forse anche oltre, dell'impulso della domanda industriale globale, rappresentato dall'indice PMI dei nuovi ordini manifatturieri. L’attuale contesto monetario – evidenzia Ward - non lascia presagire performance superiori dell'economia e questo vale per Stati Uniti, Giappone, Eurozona e Regno Unito.

 

 

In Canada, Australia e Svezia, invece, la crescita dell'aggregato ristretto in termini reali è rimasta relativamente solida e i dati economici e sull'inflazione hanno sorpreso positivamente innescando cambiamenti di politica monetaria da parte della BoC e della RBA. Nei Paesi E7, invece, la crescita dell'aggregato in termini reali rimane inferiore rispetto all'area G7, in parte per l'effetto al ribasso di Russia e Brasile, dove le politiche monetarie sono state forse inasprite eccessivamente.

 

In Corea e Taiwan l’aggregato ha recentemente registrato un'accelerazione, mentre in Indonesia, nelle Filippine e in Thailandia si sono verificati notevoli rimbalzi, in parte per effetto delle riaperture.

 

Quale scenario ci si deve aspettare per la Cina? Il caso Evergrande avrebbe potuto innescare ripercussioni, e un conseguente inasprimento delle condizioni creditizie, interrompendo la ripresa della crescita monetaria a causa del modesto allentamento monetario avvenuto dal secondo trimestre. I dati di ottobre, invece, sono stati incoraggianti: l'indice dei finanziamenti alle imprese (una misura della facilità di accesso a fondi esterni) è lievemente diminuito, ma resta nella norma.

 

Ward evidenzia come se la crescita globale dell'aggregato monetario ampio ritornerà alla media pre-Covid, l’assestamento sull'inflazione globale non ci sarà ma ci dovrebbe essere una ripresa dell'attività creditizia bancaria. In questo contesto i prestiti sono aumentati, mentre si registra una flessione degli indicatori relativi alla domanda di credito, che pur si attestano ancora su livelli incoraggianti anche se l’effettivo aumento dei prestiti è rimasto tra il “modesto” e lo “stabile”.

Visita il corner
Janus Henderson Investors è stata concepita per aiutare i nostri clienti a raggiungere gli obiettivi finanziari a lungo termine
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • janus last.jpg
    I tre fattori che guidano l’inflazione
  • janus last.jpg
    Strategie e tattiche per fidelizzare i clienti
  • janus last.jpg
    Un PAC per ridurre rischi e proteggersi dalle trappole emotive