21/09/2021

Opportunità per gli investitori high yield

di Advisor Professional

La News

Le strategie ESG high yield continueranno a performare anche a fronte di un rialzo prolungato delle materie prima. E’ questa la prospettiva descritta da Tim Leary, Senior Portfolio Manager, BlueBay Asset Management, che ha risposto ad alcune domande su strategie ESG High Yield, materie prime ed energia.

 

Qual è la sua opinione sulle strategie ESG High Yield e sulle materie prime?

Le strategie ESG high yield possono continuare a performare anche a fronte di un rialzo prolungato delle materie prime, ma ci sono delle sfide: più è ampio il benchmark, meno sono le sfide. Senza dubbio, il fatto che la crescita del comparto high yield globale e americano sia stata così elevata nell’ultimo anno ha aiutato, perché ha permesso una maggiore possibilità di scelta. 

Chi gestisce una strategia ESG con un’impronta di carbonio molto più bassa del benchmark otterrà performance più basse quando il comparto energetico sperimenta dei rialzi che gli altri settori non riescono a replicare. È importante ricordare che brevi rimbalzi negativi sono meno pronunciati nel corso del ciclo.

 

Come si collocano le società petrolifere nelle vostre strategie ESG high yield?

In teoria le strategie ESG high yield potrebbero potenzialmente escludere completamente le società petrolifere, ma tutto dipende dalle linee guida dei singoli fondi. La nostra strategia globale HY esclude le società che ottengono più del 5% delle loro entrate dalla produzione di petrolio e gas.

La nostra strategia HY USA, invece, esclude la gran parte delle aziende di esplorazione e produzione di petrolio, includendo tuttavia le società che stanno facendo gli step necessari per ridurre l’impronta di carbonio. Sfortunatamente, la maggior parte delle compagnie americane dell’industria oil&gas al momento non ha raggiunto questi requisiti.

 

A suo avviso l’energia è in sovrappeso o in sottopeso?

Attualmente sottopesiamo l’energia a differenza di altri gestori ESG ad alto rendimento. Questa decisione è figlia del nostro mandato ESG. I nostri investitori non vogliono vedere i loro capitali indirizzati verso società con alte emissioni di carbonio, per questo noi cerchiamo di proporre soluzioni che possano rispondere ai loro obiettivi.

 

Gli investitori high yield hanno più voce in capitolo rispetto ad altri investitori?

In un contesto dove l’engagement degli obbligazionisti sta crescendo nell’industria, gli investitori high yield hanno più voce in capitolo rispetto ad altri investitori perché sono l’ultima linea di capitale per le società prima degli investitori distressed.

L’obiettivo diventa dunque identificare le società disposte a ridurre sia i rischi finanziari che quelli ESG, poiché queste sono le situazioni che offriranno maggiori opportunità.

 

Visita il corner
BlueBay Asset Management è un asset manager attivo e specializzato nella gestione attiva dedicata esclusivamente ai mercati obbligazionari.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • bb-last.jpg
    Le opportunità di investimento nel settore automotive
  • bb-last.jpg
    Puntare sui temi ESG anche nell’industria dell’auto
  • bb-last.jpg
    Applicare criteri ESG alle obbligazioni convertibili