02/08/2021

Tutti i motivi per cui puntare sulle infrastrutture

di Advisor Professional

La News

Gli investitori, nell’ultimo periodo, prediligono società come Netflix, Zoom e Peloton preferendole a società operanti nei settori essenziali come le utility di acqua, gas e elettricità.

 

Secondo Jeremy Anagnos, Portfolio Manager della strategia Global Listed Infrastructure di Nordea, questo trend si sta invertendo. Il settore delle utility, infatti, sta subendo una grande trasformazione nella quale la decarbonizzazione è divenuta un tema di primo piano. Proprio per questo motivo, secondo gli analisti della casa di gestione, il settore delle utility sarà l’area d’investimento più attraente del comparto delle infrastrutture.

 

Diversi governi, per dare slancio all’economia infatti, stanno investendo ingenti quantità di denaro investendo in infrastrutture. Per comprendere, nel dettaglio, il “fenomeno” basti pensare che l’OCSE aveva stimato un fabbisogno di investimenti in infrastrutture a livello mondiale pari a circa 6.300 miliardi di dollari fino al 2030 per sostenere la crescita nei mercati sviluppati ed emergenti. I titoli infrastrutturali quotati erano già una delle asset class globali in più rapida espansione, con un valore di mercato complessivo salito da circa 400 miliardi di dollari nel 1995 ai circa 4.200 di oggi, una crescita sostenuta da numerosi governi interessati ad incrementare la partecipazione del settore privato.

 

In Nordea AM sono ottimisti sul futuro delle infrastrutture quotate, in particolare nel segmento della decarbonizzazione. Dal 2020 al 2030 si prevede una crescita annuale degli investimenti del 50% che si tradurrà in utili e dividendi attraenti, evidenziano dalla casa di gestione. Storicamente, le infrastrutture hanno fornito protezione dai ribassi e hanno sovraperformato nelle fasi di aumento della volatilità azionaria. A fare eccezione è stato il 2020, trafitto dalle stoccate inflitte dalla pandemia. Si potrebbe supporre che le ottime performance fatte registrare dalle infrastrutture quotate negli ultimi 20 anni rispetto al mercato azionario siano dovute al calo dei rendimenti obbligazionari.

 

Secondo gli esperti di Nordea AM, invece, l’ottimo track record di lungo periodo delle infrastrutture quotate è dovuto al più elevato ritmo di crescita degli utili sottostanti rispetto al resto del mercato azionario e non a un’espansione di multipli quali il rapporto P/E o EV/EBITDA rispetto al complesso delle azioni quotate.

Visita il corner
Nordea Asset Management è l'unità di gestione del risparmio del Gruppo Nordea, il maggior istituto finanziario della regione nordica
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • terra.jpg
    ESG, interesse degli italiani e opportunità per gli investitori
  • nordea last.jpg
    Le prospettive dell’inflazione
  • fed.jpg
    Quali sono le conseguenze del tapering della Federal Reserve?