Cautela fino a quando il quadro tecnico non si sarà chiarito

22/07/2021

Cautela fino a quando il quadro tecnico non si sarà chiarito

di Advisor Professional

La News

Il rendimento del Treasury statunitense decennale ha vissuto un primo semestre in balìa delle aspettative degli operatori in tema di inflazione attesa e tassi di interesse.

Da uno yield dello 0,9% a inizio anno si è schizzati infatti fino a un 1,7% a maggio, salvo tornare verso area 1,2% subito dopo le dichiarazioni dei “falchi” nella riunione del FOMC del 16 luglio.

“Si è registrato un certo rilassamento sul tema della reflazione a seguito di queste dichiarazioni - conferma Vincent Chaigneau, Head of Research di Generali Investments - Ma la persistenza del rally suggerisce che si tratti di qualcosa di più di un semplice riposizionamento”.

 

Tanto che la domanda che serpeggia tra gli investitori è: il 2021 sarà una ripetizione del 2017, quando i tassi reali rifiutarono di aumentare?

 

“A comprimere i tassi reali sono le preoccupazioni sulla variante Delta e l’eccesso di liquidità. Però, e in maniera più preoccupante, gli investitori potrebbero innervosirsi davanti al picco contemporaneo di stimolo (fiscale e monetario), crescita e inflazione - continua Chaigneau - I tre picchi sono reali, ma potrebbero essere esagerati.

La rimozione del supporto fiscale sarà lenta (con il probabile piano infrastrutturale USA ed il Recovery Fund europeo).

La crescita globale resterà al di sopra del potenziale nel secondo semestre e l’occupazione statunitense è destinata a esplodere. Infine le limitazioni degli approvvigionamenti si apprestano ad attenuarsi, ma è improbabile che la pressione inflazionistica statunitense si plachi in tempi brevi, con i settori dei servizi ancora sotto pressione”.

 

Come muoversi quindi? “Non gettiamo la spugna circa i rendimenti potenzialmente più alti, ma raccomandiamo cautela durante l’estate, fino a quando il quadro tecnico non si sarà chiarito”.

 

Intanto però, se sul mercato obbligazionario gli investitori sono tornati così ad acquistare Treasury, su quello azionario hanno nuovamente optato per i Growth, a scapito dei Value e dei titoli di più elevata qualità.

“Il rally delle materie prime si è fermato, mentre i forward a cinque anni sul tasso USA a tre mesi sono crollati dal 2,20% della fine del primo trimestre al valore attuale di 1,40% - conclude l’economista di Generali Investments - Gli investitori sembrano guardare alla normalizzazione delle politiche come a una missione impossibile”.

 

 

Il presente documento si basa su informazioni e opinioni che Generali Insurance Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio considera affidabili. Tuttavia, non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, che tali informazioni o opinioni siano accurate o complete. Generali Investments Partners S.p.A. Società di gestione del risparmio, distributore di questo documento, che ne aggiorna periodicamente il contenuto, si libera da ogni responsabilità relativa a errori o omissioni e non sarà considerato responsabile in caso di eventuali modifiche o perdite relative all’uso improprio delle informazioni qui fornite. Le opinioni espresse in questo documento rappresentano solo il parere di Generali Insurance Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio e possono essere soggette a modifiche senza preavviso. Non rappresentano la valutazione di alcuna strategia o investimento in strumenti finanziari. Questo documento non costituisce un’offerta, una sollecitazione o una raccomandazione all’acquisto o alla vendita di strumenti finanziari. Generali Investments Partners S.p.A. Società di gestione del risparmio e Generali Insurance Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio non sono responsabili per alcuna decisione di investimento basata su questo documento. Generali Investments può aver preso, e potrebbe in futuro assumere, decisioni di investimento per i portafogli gestiti che sono contrari alle opinioni espresse nel presente documento. Qualsiasi riproduzione, totale o parziale, di questo documento è vietata senza previo consenso di Generali Investments Partners S.p.A. Società di gestione del risparmio. Generali Investments fa parte del Gruppo Generali istituito nel 1831 a Trieste come Assicurazioni Generali Austro-Italiche. Generali Investments è un marchio commerciale di Generali Investments Partners S.p.A. Società di gestione del risparmio, Generali Insurance Asset Management S.p.A. Società di gestione del risparmio, Generali Investments Luxembourg S.A. e Generali Investments Holding S.p.A