22/02/2021

Inserire le Big Oil in un portafoglio ESG

di Advisor Professional

La News

Sembra che alcuni dei più grandi inquinatori del mondo siano pronti a contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico. La lista delle aziende che si stanno impegnando per l’ambiente, infatti, diventa sempre più lunga. Le realtà che hanno obiettivi di azzeramento delle emissioni aumentano di giorno in giorno.

 

Come evidenziano gli esperti di Aberdeen Standard Investments, in un momento in cui gli investimenti in campo ambientale, sociale e di governance (ESG) stanno entrando nel mainstream è fondamentale capire quali realtà hanno il diritto di essere inserite in un portafoglio sostenibile. Sembrerà strano ma anche le major petrolifere vanno annoverate tra le aziende virtuose. I colossi del petrolio hanno dichiarato l'intenzione di diventare leader nel campo delle energie rinnovabili. Solo a titolo di esempio il gruppo petrolifero britannico BP, nel 2020, si è impegnato a ridurre la produzione di petrolio del 40% nel prossimo decennio e ad aumentare gli investimenti in energie rinnovabili fino al 30% del totale.

 

Benché non tutte le major petrolifere sembrino così determinate, il comparto è di fronte a un’innegabile ventata di cambiamento che interessa in particolar modo i produttori europei. Anche gli azionisti hanno un ruolo importante nel cambiamento verso un mondo più sostenibile. Come? Dalla casa di gestione credono che ogni azionista debba non solo monitorare il raggiungimento degli obiettivi a breve termine ma anche ponendo in essere un’interazione attiva e regolare sulla strategia a più lungo termine.

 

Allora come si può giustificare la presenza delle big oil in un portafoglio ESG?

 

Come per tutti gli investimenti, il settore del petrolio e del gas presenta rischi e opportunità. Se si intende puntare sulle energie rinnovabili e l'energia a basso impatto di carbonio, le major petrolifere sono probabilmente destinate ad avere un ruolo chiave. Gli investitori, dal canto loro, possono monitorare il punteggio per le emissioni totali di carbonio in un portafoglio per trarre vantaggio da valutazioni interessanti continuando a detenere azioni di società che a nostro avviso si stanno muovendo nella giusta direzione per soddisfare i criteri ESG. Una rendicontazione aziendale più dettagliata sui temi legati all'ESG può, inoltre, consentire di identificare le aziende con le emissioni più elevate all'interno di un determinato portafoglio.