27/01/2021

Investire nel mondo bipolare Usa-Cina

di Advisor Professional

La News

La pandemia ha accelerato la riconfigurazione della globalizzazione, con un mondo nuovamente su due poli, Stati Uniti e Cina.

“Vediamo l'amministrazione Biden prendere un approccio diverso con la Cina nel commercio e nella politica climatica, eppure le tensioni sembrano destinate a rimanere elevate a causa della continua concorrenza economica e tecnologica e riteniamo che gli investitori necessitino di esposizioni a entrambi i poli della crescita globale”. Così dal BlackRock Investment Institute di BlackRock.

 

Le prospettive globali per il 2021 vertono su un'accelerazione delle trasformazioni geopolitiche e vedono al centro il nuovo “ordine mondiale” bipolare (USA – Cina) e la rimappatura delle catene di produzione globali. “Non è la stessa cosa della deglobalizzazione – specificano da BlackRock - La Cina sta aprendo i suoi mercati agli investitori globali e attira investimenti stranieri.

La quota della Cina del PIL mondiale si avvicina al 20% più di quattro volte il suo peso nel 2000. E anche se il suo tasso di crescita è rallentato nel tempo, ma nel frattempo è tornato ai livelli pre-pandemia, portando altre importanti economie a riprendersi dallo shock dovuto al Covid”.

 

Intanto il nuovo piano quinquennale cinese dovrebbe includere una maggiore attenzione allo sviluppo di tecnologie chiave, perseguendo il “net zero carbon” e consentendo una maggiore determinazione del prezzo di mercato del rischio di credito.

“Ci aspettiamo che le relazioni tra Stati Uniti e Cina continuino ad essere caratterizzate da intensa rivalità, in particolare nella tecnologia, poiché entrambi i Paesi cercano l'autosufficienza nelle industrie critiche del futuro.

La Cina sta cercando di padroneggiare i fondamenti delle tecnologie come i semiconduttori, in cui è tradizionalmente in ritardo rispetto agli Stati Uniti. Ci aspettiamo un netto cambiamento di tono e di approccio nella politica estera dell'amministrazione Biden, compreso il passaggio a lavorare con gli alleati su questioni chiave: Cina, Russia, Iran, democrazia e sicurezza informatica. L'amministrazione Biden probabilmente userà le alleanze con gruppi di Paesi per impegnarsi con la Cina su questioni come il commercio e la tecnologia”.

 

La Cina nel frattempo sta emergendo più forte dal 2020 dopo aver contenuto con successo il virus ed essere in vantaggio in termini di ripresa economica. Ha inoltre firmato importanti accordi commerciali tra cui un accordo di investimento con l'Unione Europea, e un accordo regionale di libero scambio con un certo numero di nazioni dell'Asia del Pacifico, tra cui Giappone e Corea del Sud.

 

“Riteniamo che gli investitori necessitino di esposizione a entrambi i poli della crescita globale in un mondo sempre più bipolare - concludono da BlackRock - Strategicamente, vediamo le attività esposte alla crescita cinese come partecipazioni principali distinte da quelle dei mercati emergenti.

Esiste un chiaro motivo per una maggiore allocazione del portafoglio alle attività esposte in Cina per i rendimenti e la diversificazione.

Dal punto di vista tattico, siamo in sovrappeso sulle azioni asiatiche escluso il Giappone, poiché molti Paesi asiatici sono stati più efficaci nel contenere il ​​virus e sono più avanti nella ripartenza economica. I rischi per le attività esposte alla Cina includono l'elevato debito della Cina, la volatilità della valuta e gli intensificati conflitti tra Stati Uniti e Cina, ma riteniamo che gli investitori ne siano ben compensati”.