Pandemia, contesto macro e mercati: tre temi da monitorare per gli investitori obbligazionari

21/01/2021

Pandemia, contesto macro e mercati: tre temi da monitorare per gli investitori obbligazionari

di Advisor Professional

La News

Le economie hanno già iniziato la fase di rimbalzo, ma deve essere ancora superata la linea che segna la  vera e propria ripresa della crescita.

A questo punto un riorientamento del mix di politiche macroeconomiche e di investimenti c.d. “verdi” potrebbe creare un'espansione ciclicamente forte in grado di generare anche un certo livello di inflazione.

 

Tuttavia per ora, nonostante il contesto favorevole, si ritiene che le banche centrali mantengano bassi i tassi di riferimento (modulando gli acquisti di asset per conservare condizioni finanziarie distensive) e l'impulso fiscale dei governi dovrebbe rimanere relativamente favorevole.

 

La riflessione che segue viene dal team del reddito fisso di Goldman Sachs Asset Management.

“Entriamo in questo nuovo anno con livelli bassi per tassi ufficiali, rendimenti dei titoli di Stato e spread nel reddito fisso. Per poter affrontare questo particolare contesto, cerchiamo di accedere a tutte le classi del comparto obbligazionario e diversificare puntando sul credito societario e cartolarizzato e il debito emergente.

Cerchiamo anche situazioni in cui catturare i premi al rischio creati dalle inefficienze del mercato: individuarli sarà importante in quanto i miglioramenti ciclici guidati dai vaccini, insieme a una politica finanziaria accomodante, creano un contesto in cui le potenziali opportunità di rendimento potrebbero svanire rapidamente.

Vediamo inoltre valore nell'utilizzo delle valute come strumento di copertura per l'esposizione alle attività di rischio. In ultimo, poniamo molta attenzione a tutti gli aspetti legati all'ambiente, al sociale e ai sistemi di governance, che il 2020 ha dimostrato essere una “necessità in caso di mercati ribassisti” e non solo un “lusso da mercato rialzista”.

 

A cosa occorre guardare ora. Sono tre i temi a cui occorre porre attenzione per i prossimi mesi. Vediamoli in dettaglio nell’analisi di GSAM.

 

La pandemia. La scoperta scientifica ha fornito una via d'uscita dalla pandemia, ma le vaccinazioni comporteranno "una necessità senza precedenti di cooperazione, coordinamento, sincronizzazione e integrazione".

 

Il contesto macro. I potenziali rischi per un ribasso nella crescita includono battute d'arresto dovute alle condizioni sanitarie insieme a una domanda debole dovuta al fatto che famiglie e imprese limitano consumi e attività per ridurre il debito accumulato nel corso del 2020. Anche i fallimenti e le insolvenze potrebbero riportare un'evoluzione più accentuata man mano che ci si avvicina ai livelli minimi di tolleranza.

Siamo anche consapevoli dei problemi politici: un modesto stimolo fiscale statunitense o un abbandono prematuro delle misure di sostegno politico in caso di miglioramento del contesto ciclico potrebbero generare volatilità sui mercati finanziari.

Monitoreremo da vicino le aspettative di inflazione e i miglioramenti del mercato del lavoro al fine di valutare se la “retorica politica” rimanga accomodante solo a parole o anche nei fatti.

 

I mercati. In un mondo di premi per il rischio ridotti e di rapidi cambiamenti, le implicazioni per gli investitori sono semplici: mantenere i nervi saldi. Riteniamo che gestire con prontezza e velocità la propensione al rischio permetta di guidare l'alpha del portafoglio.

Un insieme limitato di opportunità può portare a una rapida chiusura di possibilità di investimento interessanti durante periodi di maggiore propensione al rischio degli investitori, innescando una situazione di “affollamento” tale da ridurre il potenziale di rendimento. Nel frattempo, le fasi di risk-off possono presentare opportunità di acquisti selettivi.