18/01/2021

I quattro insegnamenti per il mercato azionario giapponese

di Advisor Professional

La News

Il Giappone ha vissuto un 2020 decisamente particolare che può essere riassunto in tre avvenimenti: la pandemia, il posticipo delle Olimpiadi di Tokyo e il cambio del primo ministro. Secondo Akira Horiguchi, Equity Portfolio Manager in  Capital Group, per gli investitori l’episodio più “rilevante” è stato il passaggio di leadership a Yoshihide Suga soprattutto per ciò che concerne il mercato azionario giapponese del 2021.


Nello scorso anno le azioni giapponesi hanno dato prova di resilienza, con l’indice TOPIX in aumento del 2,6% su base annua complessiva, grazie sia alla capacità della nazione di contenere l’epidemia che alla solida situazione patrimoniale e finanziaria di molte aziende giapponesi.

 

Nel 2021 ci sono diversi altri fattori che lasciano presagire una prospettiva positiva per le azioni giapponesi. In primo luogo la stabilità politica che, al netto del cambio di primo ministro, si tratta di una continuazione dell’esecutivo precedente. Una seconda ragione riguarda la relativa sicurezza dei dividendi giapponesi considerando che il livello di intervento del governo in Europa non si è verificato in Giappone. Il terzo fattore è relativo agli investimenti esteri.

Dopo la nomina di Suga si potrebbe assistere a un cambiamento nelle aspettative fino a questo momento decisamente basse.

 

Gli esperti di Capital Group hanno identificato quattro lezioni chiave che potrebbero rivelarsi fondamentali per rintracciare opportunità di investimento all’interno del mercato azionario giapponese nel panorama post-COVID.

 

1. In condizioni economiche più difficili, la solidità di un’azienda e la sua capacità di adattarsi al cambiamento diventano di primaria importanza. Le aziende che emergeranno, quindi, sono: flessibili, agili e con una cultura solida.

 

2. Le società operanti nei settori quali sanità, igiene, informatica, logistica, istruzione, industria alimentare e ambiente hanno visto il loro valore di mercato reggere bene durante tutta la crisi.

 

3. Le famiglie giapponesi sono già famose per la loro alta propensione al risparmio e la pandemia consoliderà questa abitudine. Se questa tendenza si dovesse diffondere in altre economie dovremmo riflettere con cautela.

 

4. Si attribuirà maggiore importanza ai cambiamenti ambientali. La sostenibilità è un mega-trend chiave a lungo termine e dovrebbe essere al centro del processo decisionale di qualsiasi investitore.