15/12/2020

Le 10 previsioni di GSAM per il 2021

La News

Goldman Sachs Asset Management ha confermato la propria asset allocation per il mese di dicembre con una preferenza per l’azionario europeo e per l’Euro mentre il segmento dei titoli governativi statunitensi rimane poco attraente. In ultimo, gli esperti mantengono una view per le altre asset class.

 

Quasi archiviato ormai un anno difficile dal punto di vista sociale, ma altresì dominato dalla volatilità dei mercati e da rendimenti interessanti, ecco le 10 previsioni di GSAM per il 2021.

 

1. CRESCITA ECONOMICA: politiche monetarie espansive, diffusione di vaccini e una maggiore chiarezza del quadro geopolitico dovrebbe porre le basi per una ripresa globale del 6% circa. La stima si attesta al 5% per gli Stati Uniti. Sebbene la stagionalità del virus possa rappresentare un rischio, crediamo che l'assenza di squilibri finanziari possa permettere un rimbalzo ciclico entro fine 2021 dopo l'immunizzazione di massa.

 

2. LAVORO: Crediamo sia necessaria un'accelerazione della crescita per ridurre i tassi di disoccupazione. Entro fine 2021, stimiamo che i tassi di disoccupazione possano diminuire, raggiungendo il 5,4% e il 9,9% rispettivamente per Stati Uniti ed Eurozona. Tuttavia, la riapertura delle imprese potrà permettere di ridurre gradualmente la debolezza del mercato del lavoro, mentre la persistente disoccupazione strutturale limiterà l'inflazione di salari e prezzi.

 

3. INFLAZIONE: La ripresa ciclica ha sostituito il possibile ampio pacchetto fiscale statunitense come motore principale della reflazione negli Usa. I prezzi potrebbero aumentare notevolmente in settori sensibili agli effetti del COVID, ma è improbabile che sostengano gli obiettivi di inflazione delle banche centrali. Le previsioni per il quarto trimestre del 2021 di inflazione core di Stati Uniti ed Eurozona sono rispettivamente dell'1,6% e dello 0,8%.

 

4. POLITICA MONETARIA: la guidance della Fed ha fissato un target di inflazione superiore al 2% come prerequisito per il riavvio della politica monetaria restrittiva. Quindi ci aspettiamo che i tassi rimarranno intorno allo zero fino al 2024. E anche negli altri mercati sviluppati le politiche probabilmente rimarranno accomodanti per aiutare la ripresa.

 

5. GEOPOLITICA: La composizione del governo Usa sarà nota in gennaio. Ci aspettiamo che un Congresso diviso limiti la flessibilità legislativa del presidente eletto. In Europa, prevediamo un accordo "sottile" sul fronte Brexit, mentre le relazioni tra UE e Regno Unito rimarranno soggette alle evoluzioni dei rispettivi sistemi di governo

 

6. AZIONI: Le prime fasi del prossimo mercato rialzista vedranno probabilmente i rendimenti azionari aumentare grazie al supporto delle politiche monetarie, alle prospettive sui vaccini e alla riapertura delle economie. Crediamo che i trend secolari continueranno a rafforzare i temi di crescita, ma la ripresa potrebbe promuovere la sovra-performance tattica delle azioni Value e non statunitensi.

 

7. TASSI: Ci aspettiamo curve dei rendimenti più ripide, da un lato con i responsabili politici impegnati nel mantenere i tassi a breve bassi e dall’altro con le prospettive di crescita e di inflazione che spingono al rialzo i tassi a lungo termine. L'inflazione debole può limitare il rialzo, ma tassi con valori più negativi sono meno probabili.

 

8. CREDITO: la forte crescita e il sostegno politico continuo consentiranno la ulteriore normalizzazione delle situazioni di default e degli spread nel 2021 (per questi ultimi le nostre previsioni indicano IG USA: 100 bps, US HY: 340 bps). La combinazione di rendimenti “ancorati” e allentamento del premio di volatilità dovrebbero anche rafforzare i temi di investimento “down in quality”, in particolare se il ciclo economico e le materie prime diventeranno più bullish.

 

9. VALUTA: Il dollaro USA potrebbe continuare a indebolirsi a seguito delle attuali alte valutazioni, di tassi reali statunitensi profondamente negativi e di una ripresa globale. Prevediamo che il ribasso del dollaro USA si amplierà, con una potenziale sotto-performance rispetto alle valute G10 ed emergenti.

 

10. VOLATILITÀ: ci aspettiamo che la volatilità episodica del mercato continui con la ripresa in atto. Crediamo che i momenti di incertezza tattica possano essere meglio affrontati con un disegno strategico e con la disciplina.

 

Visita il corner
Il nostro principale obiettivo è supportare i nostri clienti nella ricerca delle migliori soluzioni di investimento.
Scopri di più
Le nostre ultime pubblicazioni
  • 41803629_m.jpg
    I numeri dello Stewardship Report 2021 di Goldman Sachs Asset Management
  • 91244032_m.jpg
    Gli effetti benefici degli investimenti nella transizione verde
  • 43693594_m.jpg
    Guerra e investimenti: come muoversi