Cercare equilibrio tra esigenze sanitarie e benessere economico

29/10/2020

Cercare equilibrio tra esigenze sanitarie e benessere economico

di Advisor Professional

La News

“Mentre gli investitori rimangono ottimisti sui progressi del vaccino, il crescente numero di casi di COVID-19 in Europa e la mancanza di chiarezza su ulteriori stimoli fiscali negli Stati Uniti, hanno smorzato il sentiment del mercato.

Sebbene vi sia la certezza che un vaccino COVID-19 efficace sia in cantiere, il periodo di tempo per la produzione e la distribuzione di qualsiasi potenziale vaccino rimane difficile da prevedere”. Così Kirsty Clark, Investment specialist, equities di M&G Investments.

 

Con i casi giornalieri confermati in aumento nel Regno Unito e in Europa, i governi devono affrontare la minaccia di una seconda ondata mentre ci si sta avvicinando alla stagione invernale.

“I paesi hanno evitato ulteriori blocchi nazionali e hanno optato per blocchi locali nelle aree in cui i casi sono aumentati, rafforzando al contempo la necessità di maschere per il viso e misure di allontanamento sociale in corso per limitare la trasmissione - continua Kirsty Clark - I numeri trimestrali del PIL mostrano il pedaggio economico che la risposta alla pandemia sta assumendo nei paesi di tutto il mondo.

L'India è stata una delle nazioni più colpite ed è ora l'epicentro del virus, mentre la ripresa economica cinese continua a rafforzarsi, sostenuta dalla crescita della domanda interna e dall'aumento delle esportazioni.

 

“Trovare un comodo equilibrio tra le esigenze sanitarie e il futuro benessere economico è la domanda che continuerà a preoccupare professionisti sanitari, politici, economisti, banchieri centrali, aziende e cittadini, almeno per il prossimo futuro - conclude l’investment specialist di M&G Investments - Nella ricerca di soluzioni al nostro problema collettivo, forse un approccio più collaborativo da parte di governi, aziende e individui allo stesso modo potrebbe soddisfare meglio le nostre esigenze combinate in un momento difficile a livello globale”.