Corporate bond: ancora al centro dei portafogli obbligazionari

31/07/2020

Corporate bond: ancora al centro dei portafogli obbligazionari

di Advisor Professional

La News

Le aspettative di tutti gli investitori sono state messe a dura prova durante la crisi per diverse ragioni.

I prezzi degli asset rischiosi, come le azioni, sono crollati, ed anche i prezzi delle obbligazioni corporate sono improvvisamente diminuiti per un breve periodo. Anche le quotazioni dei corporate bond di alta qualità hanno perso oltre il 10% nell'arco di due-tre settimane, rendendo impossibile la loro vendita.

I corporate bond di alta qualità oggi sono scambiati appena al di sotto dei massimi dell'anno e anche la liquidità si sta avvicinando ai livelli pre-crisi. Le obbligazioni societarie denominate in dollari con scadenze residue brevi o medie hanno registrato risultati particolarmente positivi, in quanto i loro prezzi hanno beneficiato non solo dei massicci tagli dei tassi di interesse, ma anche direttamente dei programmi di acquisto di obbligazioni della Federal Reserve.

 

Di recente, la Fed ha pubblicato un indice creato appositamente che include le obbligazioni corporate che ha intenzione di acquistare direttamente in futuro. Tuttavia, la durata residua di queste obbligazioni non dovrà superare i cinque anni. La Bce, d’altro canto, non può più abbassare i tassi di interesse a breve termine e deve quindi concentrarsi su ulteriori programmi di acquisto.

Questo non lascia dubbi sul fatto che le banche centrali compreranno corporate bond per il prossimo futuro.

 

Molte grandi aziende negli ultimi mesi ha incrementare la propria liquidità e convertito il debito a breve in debito a lungo termine. In questo modo, anche se la crisi dovesse proseguire, non ci sarà bisogno di ulteriore liquidità e quindi di aumentare nuovamente l'attività di emissione.

Da Ethenea evidenziano come, in seguito all'ampliamento dei premi di rischio, ci sono opportunità interessanti per le società non-investment grade, le cui obbligazioni non hanno beneficiato direttamente degli acquisti delle banche centrali. Questo è il motivo per cui la casa di gestione ha incluso selettivamente obbligazioni di questo tipo nei portafogli dei fondi Ethna-AKTIV e Ethna-DEFENSIV.

Ora che le banche centrali hanno rassicurato i mercati obbligazionari con le loro misure di politica monetaria, l'insolvenza a breve termine non è più un rischio per la maggior parte delle società.
Ma quali modelli di business saranno validi in futuro?

Secondo gli analisti di Ethena sarà possibile rispondere a questo quesito solo dopo la fine dei programmi di acquisto e di quelli fiscali.