Se tutti gli economisti confrontassero le loro teorie, non raggiungerebbero mai una conclusione. George Bernard Show
avatar

13/06/2019

La memoria. Strumento per comprendere le contraddizioni, anche economiche, del presente

di Advisor Professional

La News

La memoria è fondamentale per conoscere e soprattutto per capire le contraddizioni del presente.

La scorsa settimana è stata ricca di anniversari utili per comprendere meglio le contraddizioni che attraversano il presente.

A Caen, Donald Trump e Emmanuel Macron hanno celebrato il 75° anniversario dello sbarco in Normandia. La fine della guerra, costosissima per Germania e Italia, segnò l’avvento di un nuovo capitolo nel grande libro della storia, fatto di pace, libertà, benessere.

Trent’anni fa le richieste di libertà e democrazia degli studenti cinesi vennero annientate con la forza in piazza Tienanmen ed anche quest’anno, in occasione dell’ anniversario le autorità̀ cinesi hanno severamente vietato manifestazioni e commemorazioni della strage.

Sempre trent’anni fa, ma nel mese di giugno, si svolsero nel 1989 le prime elezioni politiche in Polonia frutto di un lungo lavoro di dialogo e confronto tra governo e movimento Solidarnosc.

Come negli anni ’70, così oggi, il rischio politico torna a costituire un potente fattore destabilizzante anche nei rendimenti finanziari. Quando le leadership politiche smettono di credere alle leggi di gravità dell’economia, evidentemente il rischio cresce.

Il ritorno del protezionismo, ad esempio, non solo mette a rischio i volumi del commercio internazionale, ma rivela un’esplicita volontà di potenza che non può non avere conseguenze anche politiche.


La creazione di liquidità, d'altra parte, ha trasformato l’economia globale forse in via definitiva.
Sotto la pressione del malcontento di fasce sempre più ampie della popolazione, penalizzate dall’allargamento delle disuguaglianze, i governi sono stretti da una parte dalle esigenze di finanziare welfare sociale e investimenti e dall’altra da vincoli di bilancio.

Un sentiero stretto che non riguarda il solo governo italiano ma quasi tutti i governi dei paesi avanzati che, non è un caso, aumentano l’impiego della liquidità.

E’ proprio sfruttando la memoria e gli anniversari che Carlo Benetti, market specialist di GAM Investmentsha redatto il suo Alpha e il Beta.



 

 

 

CONTENUTI CORRELATI:
  • Nordea AM: 6 domande per individuare i veri vincitori ESG
    11/06/2019 Nordea AM: 6 domande per individuare i veri vincitori ESG Gli investimenti ESG stanno conquistando ormai sempre più un ruolo preponderante nel contesto del risparmio gestito. Diventa, perciò, tanto più rilevante una domanda: come scegliere davvero le aziende vincenti in quest'ambito? Ci aiuta a comprenderlo Johan Swahn, gestore della strategia Global Stars Equity di Nordea AM, rispondendo a 6 domande chiave.
  • Banche centrali dovish? Meglio non esagerare con l
    11/06/2019 Banche centrali dovish? Meglio non esagerare con l'ottimismo Al termine di un mese di maggio piuttosto difficile, l’inizio di giugno si è rivelato decisamente più positivo sui mercati azionari. Possiamo parlare di un periodo di tregua nella guerra commerciale o piuttosto di dati macroeconomici in miglioramento? Non proprio. Ecco perché secondo Olivier de Berranger – Chief Investment Officer de La Financière de L'Echiquier...
  • Europa: un
    11/06/2019 Europa: un'opportunità per il medio termine Gli investitori hanno continuato a privilegiare le azioni statunitensi per la maggior parte del longevo mercato rialzista in cui ci troviamo, trattando l'Europa come la "cugina poco amata" dagli investitori globali. Cambierà il vento nel corso del 2019? La parola a Nick Sheridan, Portfolio Manager di Janus Henderson.
DALLO STESSO PARTNER:
  • investitore_last.jpg
    06/06/2019 L’investitore moderno? Non si lascia distrarre dai movimenti del mercato advisorprofessional L’investitore, per raggiungere obiettivi di lungo termine, deve: diversificare, avere metodo ed essere paziente
  • Uragano.jpg
    30/05/2019 Titoli ILS: diversificazione a prova di catastrofe advisorprofessional Quando i mercati si fanno incerti gli investitori sanno di cosa vogliono liberarsi, mentre sembrano più incerti su dove reindirizzare i loro investimenti. Il team di GAM Investments crede che in tale contesto occorra riconcentrarsi sulla costruzione del portafoglio e, in particolare, sulle strategie non direzionali. I titoli insurance-linked (ILS) sono legati a un rischio che non c’entra nulla con il ciclo economico, con le dinamiche dei tassi d’interesse, con lo scenario politico o con le oscillazioni valutarie. Quale? Scoprilo nell'approfondimento!
  • VIDEO.jpg
    29/05/2019 Spegni quella cinepresa! advisorprofessional La produzione di video ma più in generale di contenuti è ciò che realmente può differenziare un Consulente finanziario da un suo competitor. Certo, ma il rischio di fare figuracce è dietro l’angolo, specie se si agisce senza un progetto editoriale ed una strategia di produzione di contenuti. Scopri come evitarle in 5 step