La prima regola: non perdere denaro. La seconda : non dimenticare mai la prima. Warren Buffett
avatar

08/02/2019

Investire oggi: cosa può insegnarci il Gattopardo?

di Advisor Professional

La News

Uno dei romanzi più universalmente celebrati degli ultimi 200 anni è senza dubbio il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di lampedusa, ambientato durante il Risorgimento italiano in Sicilia. 
Mentre all'apparenza l'opera racconta la storia di una famiglia aristocratica che si fa strada tra gli sconvolgimenti sociali nel 1800, in realtà, ad un'analisi più attenta, si può notare come essa sia in grado di fornire spunti di riflessione molto interessanti su cosa significhi investire oggi.

Quali?

Ecco l'analisi di Nick Samouilhan , Solutions Strategist EMEA di T. Rowe Price.

Quando il suo potere politico ed economico inizia a declinare nel contrasto con i nuovi ricchi, il patriarca nel Gattopardo si trova davanti a una scelta netta: rimanere coerente con le "antiche" tradizioni aristocratiche e accettare il declino del suo potere o confrontarsi con il nuovo quadro socio-economico e tentare di mantenere una qualche forma di influenza. Il fulcro di questo dilemma è ben descritto nella citazione più famosa del libro:

 

"Se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi"

 

Questa frase di Di Lampedusa si può rivelare molto utile per pensare a mezzi e fini come due cose separate.

E bisogna ammettere che non è per nulla facile: come esseri umani, del resto, siamo inclini a fondere inevitabilmente un'azione con il risultato che attraverso di essa speriamo di ottenere. Conseguentemente continuiamo ad intraprendere le medesime azioni anche quando il risultato cambia, non riuscendo invece a visualizzare quello che vorremmo ottenere e solo dopo a valutare quello che potrebbe servirci per raggiungerlo.
 

 

Cosa c'entra questo con gli investimenti? 

E' chiaro: anche negli investimenti - come in pressoché ogni ambito della vita - i risultati sono più importanti dei mezzi utilizzati per ottenerli.

In questo senso è molto importante distinguere i primi dai secondi, in particolar modo ora che stiamo attraversando un periodo turbolento sui mercati.

Per esempio, si può discutere sul timing e sulla portata del restringimento in atto nella politica monetaria, ma inevitabilmente bisognerà riconoscere che nel tempo quest'ultimo si trasformerà da fattore di supporto in fattore contrario. E ciò inevitabilmente avrà un profondo impatto sulla relazione tra mezzi e fini.

Nel concreto: abbassando i tassi d'interesse a livello globale, l'azione delle banche centrali ha significativamente ridotto il tasso di sconto che viene applicato sui dividendi futuri. Il risultato è stato il seguente: i mercati azionari nel loro complesso - che in fin dei conti non sono altro che il valore attuale dei dividendi futuri - sono cresciuti sensibilmente negli ultimi dieci anni. E questa è stata una vera e propria manna per gli investitori, visto che anche il possesso passivo di un portafoglio indiscriminato di titoli azionari ha portato a rendimenti superiori rispetto a quanto richiesto dai clienti.

Tuttavia, secondo Nick Samouilhan, come il protagonista nel Gattopardro, ora anche noi ci troviamo a dover scegliere tra mezzi e fini.

Possiamo continuare ad investire come abbiamo fatto fino ad ora, riconoscendo al contempo che il contesto ora è diverso e che conseguentemente le nostre decisioni potrebbero avere esiti diversi. Oppure, possiamo concentrarci sui nostri obiettivi e lavorare a ritroso, costruendo il nostro portafoglio in funzione degli obiettivi che vogliamo raggiungere.
 

Poiché stiamo di fatto entrando in una "nuova normalità" per i mercati e per la politica monetaria, sarà ora molto più difficile generare rendimenti interessanti e, consueguentemente, per sperare di raggiungere i rendimenti di "ieri" gli investitori dovranno cambiare marcia e intraprendere nuove strategie.

Per  gli investitori del XXI secolo così come per i nobili siciliani del XIX secolo, affinché tutto rimanga uguale, tutto deve cambiare.

 

 

CONTENUTI CORRELATI:
  • GAM Systematic: ecco la nuova strategia di credito dinamica
    08/02/2019 GAM Systematic: ecco la nuova strategia di credito dinamica GAM Investments ha annunciato il lancio di una nuova strategia di credito dinamica sulla sua piattaforma GAM Systematic, il cui patrimonio gestito in strategie quantitative ammonta a 4,3 miliardi di dollari al 30 novembre 2018. Quali sono le caratteristiche del nuovo comparto?
  • Dal campo alla tavola: CPR Invest - Food For Generations
    08/02/2019 Dal campo alla tavola: CPR Invest - Food For Generations 9,7 miliardi! Questo è il numero di esseri umani che si prevede popoleranno la terra nel 2050 - ossia 2,2 miliardi in più rispetto ad oggi - e tutti dovranno nutrirsi. l team di Amundi AM rimarca come, in un contesto caratterizzato da risorse sempre più scarse, dovremmo necessariamente produrre di più, meglio e in modo sostenibile. Ma come siamo giunti a questa situazione e, soprattutto, cosa serba per noi il futuro?
  • Credit Suisse AM: La rivoluzione dell
    08/02/2019 Credit Suisse AM: La rivoluzione dell'indice Il settore finanziario è stato teatro di tante novità negli ultimi anni. Elencarle tutte sarebbe complesso, per cui limitiamoci a citarne due e a vedere come la loro unione possa dar vita a una terzo cambiamento utile per gli investitori.
DALLO STESSO PARTNER:
  • auriga-quadriga-armerina.jpg
    22/05/2019 Mercati: occhio ai sussurri dello schiavo romano advisorprofessional Mercati esplosivi da inizio anno e performance talvolta a doppia cifra rischiano di farci dimenticare l'umiltà e di farci cadere nell'illusione che tutto questo sia frutto della nostra abilità e non di circostanze particolari. Come tornare con i piedi per terra? Ecco un suggerimento direttamente dall'antica Roma...
  • emerging+markets+grafici.jpg
    16/05/2019 T. Rowe Price: 4 domande sul debito emergente advisorprofessional Dopo un 2018 difficile, tanti investitori rimangono scettici sulla sostenibilità del rimbalzo e le prospettive a lungo termine dell'asset class, condizionati dalla falsa convinzione che sia un investimento ad alto rischio e alto beta. Ma è davvero così?
  • tassi+giù+2.jpg
    09/05/2019 Tassi bassi a lungo: ecco cosa cambia per chi investe advisorprofessional Con il rallentamento dell’economia mondiale l’era dei tassi di interesse storicamente bassi sembra destinata a protrarsi, nonostante alcuni funzionari delle istituzioni abbiano cominciato a interessarsi agli effetti collaterali negativi di questa politica. La domanda che, perciò, sorge spontanea è la seguente: quali effetti potrà avere questo fenomeno sui mercati finanziari e, in particolar modo, su quelli obbligazionari? Come posizionarsi alla luce di ciò?
  • Recessione.jpg
    02/05/2019 Recessione all'orizzonte? L'analisi di T. Rowe Price advisorprofessional Schmidt (T. Rowe Price): "Negli ultimi tempi sono in molti a chiedersi nervosamente se l'economia globale sia in una fase di "ciclo maturo" e quindi sull'orlo di una recessione. Personalmente non credo che stiamo andando in quella direzione, ma dissento anche da chi si aspetta un rimbalzo a breve..."