11/04/2016

Il talent management per superare la crisi

di Massimiliano Ruggiero

Il peso crescente acquisito dalla persona all’interno dell'architettura aziendale ha conferito alla fase del recruitment un’importanza cruciale. In effetti, una gestione oculata e un’adeguata valorizzazione delle risorse umane inizia proprio da un’attenta selezione dei soggetti che inseriremo nell’organigramma della nostra azienda. Ma la centralità assunta oggi dal recruitment deriva soprattutto da un preciso mutamento d’orizzonte culturale che ha investito la vita delle organizzazioni che, costrette a misurarsi con la complessità sistemica degli scenari lavorativi, hanno la necessità di collocare nelle posizioni chiave le persone giuste, quelle, cioè, in grado di apportare quel surplus qualitativo che può risultare determinante per vincere la concorrenza.

 

Recruitment - Talento di Massimiliano Ruggiero

 

In un post di qualche tempo fa ricordammo come la teoria delle intelligenze multiple di Gardner potesse rivelarsi un utile strumento per individuare i profili cognitivi più congeniali ai specifici fabbisogni delle aziende; oggi vorrei ritornare su questo tema, mettendo in evidenza come il concetto di “talento” abbia acquisito centralità nelle dinamiche di reclutamento. Va subito chiarito che, con il termine “talento” non ci riferiamo al possesso di una determinata dote innata bensì all’insieme delle potenzialità da identificare e valorizzare per diversificare la composizione interna delle risorse umane. Questo approccio – definito talent management – tende a ottimizzare il rapporto tra gli investimenti di capitale umano e il miglioramento delle perfomance individuali e collettive e viene adottato da un numero sempre crescente di aziende (in Italia ben il 57%), rivelandosi un ottimo strumento per fronteggiare la crisi: la terza edizione dell’indagine Infojobs, per esempio, afferma che le imprese che dichiarano di non essere state colpite da fenomeni recessivi (circa il 33%) sono quelle che più massicciamente sono ricorse al talent management, che consiste sostanzialmente nell’individuare “la persona giusta al momento giusto nel posto giusto”…

Ultimi Post di questo blog

Talent management: garantire il successo del "nuovo entrato"

Nell’ottica del talent management, la...

Per attrarre talenti è un must incrementare il capitale umano

Ma come attrarre i talenti? E come in...

Talenti e recruitment: ecco le intelligenze da considerare

Ragionando sul rapporto fra competenz...

Le otto competenze chiave da ricercare

Concludevamo l’ultimo post affermando...

Il talent management per superare la crisi

Il peso crescente acquisito dalla per...

Pensare positivo per avere successo

A più riprese in questo blog siamo to...

Promotori, meglio anticipare il declino

Innovazione continua significa anche ...

Promotori finanziari, l'innovazione deve essere continua

Il personal advisor, come abbiamo cer...

Promotori finanziari, l'evoluzione è verso il personal advisor

Nello scorso post parlavamo dell’evol...

Da promotore finanziario a promotore "culturale"

Oggi il ruolo del promotore finanziar...