Il tempo è l'unico vero capitale che un essere umano ha, e l'unico che non può permettersi di perdere. Thomas Edison
avatar

15/05/2014

Creare Valore col Marketing Immobiliare

di Gerardo Paterna

 
Vi ricordate gli "strilloni", quei ragazzi che vendevano i giornali nelle strade delle città americane?
Si hanno notizie di loro già dal 1853, quando un articolo del New York Daily Times descrisse nel dettaglio questa "nuova" categoria di venditori che forse rappresentano uno dei primi esperimenti di "comunicazione sociale".
 
Il mercato immobiliare moderno, nonostante il severo cambiamento delle regole del gioco, continua ad essere popolato da "strilloni" che tentano di piazzare l'edizione straordinaria dei loro consigli per "vendere di più", "trovare subito clienti acquirenti", "vendere casa in 60 giorni", "investire nell'immobiliare senza soldi".
 
La novità di oggi, tuttavia, è che nessuno vende più nulla a nessuno.
 
Oggi si deve comunicare con la propria platea ma, prima ancora, bisogna identificarla con grande chiarezza. Da qui comprendiamo bene che favorire l'incontro tra domanda e offerta è tutto tranne che banale e che la buona volontà nell'aiutare il proprio cliente a diventare liquido non basta più. Ad onor del vero non basta più neanche rivolgersi semplicemente ad un agente immobiliare, quanto preoccuparsi (nel senso di "occuparsene prima") che si mettano in atto le giuste strategie per raggiungere l'obiettivo.
 
Inserzioni su carta stampata e annunci su portali web sono solo una frazione delle attività necessarie nell'ambito di un piano marketing appropriato, a prescindere dal valore dell'immobile. Oggi è necessario ricorrere a strumenti più evoluti: landing page, newsletter, campagne adwords e sui social network.
 
Per ogni immobile è necessario avere un vero e proprio piano editoriale attraverso il quale comunicare col mercato di riferimento. Superare la banale inserzione con una presentazione dell'immobile inserita in un articolo del blog, conoscere quando e come far passare la notizia sui principali canali social considerando sesso e fascia di età degli utenti, orari di consultazione che cambiano a seconda della piattaforma utilizzata, sono segnali di competenza.
 
Ad esempio, lo sapevate che il picco delle consultazioni su Facebook e Twitter è compresa tra le 13.00 e le 15.00 dei giorni feriali? E che l'ora migliore per pubblicare su Linkedin è quella che va tra le 07.00 e le 09.00? 
 
Ogni qualvolta il vostro cliente vi confiderà che "deve" vendere un immobile o "valorizzarne" un altro, sarà segno di responsabilità da parte vostra mettere in campo le migliori relazioni ma, soprattutto, essere certi che dietro ogni attività non vi sia banale routine quanto piuttosto un piano marketing, un vero e proprio diagramma di Gantt, che illustri nel dettaglio tipologia delle attività, modalità e tempi di attuazione.
 
Improvvisare la vendita immobiliare mette in gioco la vostra reputazione col cliente. Creare sinergie con professionisti qualificati e pretendere da questi ultimi responsabilità e competenze vi renderanno un vero e proprio riferimento per il vostro cliente. Senza "strillare".