Se vuoi renderti conto del valore del denaro, prova a chiedere un prestito. Benjamin Franklin
avatar

12/02/2019

Cosa possiamo apprendere dal caso Borzi e Bonazzi

di Fausto Fasciani

E’ di pochi giorni fa la notizia della chiusura delle indagini della procura di Roma a carico di Nicola Borzi, all’epoca dei fatti giornalista del Sole 24 Ore ed oggi collaboratore del “Fatto Quotidiano” e di Francesco Bonazzi de La Verità. Borzi e Bonazzi sono accusati del grave reato di “rivelazione di segreto di Stato” per una inchiesta che i due cronisti hanno svolto sui conti correnti aperti dai servizi segreti presso una filiale romanda di Banca Nuova. In particolare, a Borzi la Guardia di Finanza, su disposizione della Procura di Roma, aveva sequestrato il disco rigido del suo computer mettendo così a repentaglio la privacy ed il segreto professionale del giornalista. Le associazioni dei giornalisti avevano già protestato in maniera vivace per queste disposizioni e sono tornate a farlo ora richiamando l’articolo 21 della Costituzione che sancisce la libertà di stampa.

 

Ora voi mi direte, trattandosi di giornalisti anche se economici cosa c’entra questo fatto con la tua rubrica che si chiama “consulenti sotto inchiesta”? Sarà un puro caso, ma esiste anche un altro articolo 21: quello del testo unico della finanza (TUF) che stabilisce in maniera inequivocabile il pieno rispetto dei canoni di diligenza, correttezza e trasparenza a salvaguardia dell’integrità dei mercati e per servire al meglio l’interesse dei clienti. Se girano informazioni sbagliate il rapporto di fiducia che s’instaura tra intermediari ed emittenti ed il risparmiatore viene a cadere ed il mercato finanziario nella sua totalità non può che risentirne con danno sia per i clienti che per gli intermediari corretti.

 

Borzi, Bonazzi e tanti altri giornalisti hanno svolto un’opera meritoria in favore dell’integrità dei mercati, ma spetta anche e soprattutto ai consulenti finanziari (abilitati ed autonomi) difendere i risparmiatori denunciando senza se e senza ma i comportamenti sbagliati dei “soggetti abilitati”.

Ultimi Post di questo blog

CONTENUTI CORRELATI:
  • 12/02/2019 2019 CFASI Forecast Dinner Milano Il team di Credit Suisse Asset Management è lieto di invitarvi all'appuntamento annuale con la CFA dinner che si terrà martedì 19 febbraio presso il Rosa Grand Hotel di Milano.
  • Il recupero si prende una pausa, in attesa di verifiche
    12/02/2019 Il recupero si prende una pausa, in attesa di verifiche Pausa di riflessione per il recupero dei mercati dopo la turbolenza di fine 2018. La fase più facile del rimbalzo, quella alimentata dal mutare delle aspettative è probabilmente terminata, ora gli investitori sono in attesa di valutare l’efficacia delle azioni di Fed, Cina e Trump nell’arrestare il rallentamento globale...
  • Savatteri (T.Rowe Price): ecco la nostra ricetta per cavalcare la volatilità
    11/02/2019 Savatteri (T.Rowe Price): ecco la nostra ricetta per cavalcare la volatilità La volatilità è stata senza alcun dubbio il tema dominante per l'anno appena trascorso. Dopo un 2017 tranquillo, infatti, abbiamo dovuto affrontare un anno in cui oltre il 90% delle asset class ha registrato rendimenti negativi. Ma cosa si intende per volatilità? Cosa aspettarsi per il 2019? E soprattutto, come affrontare l'incertezza crescente sui mercati?
HOTTEST:
  • Nano.jpg
    15/02/2019 "Nanismo" 5 motivi per cui ne soffrono i consulenti finanziari Buona parte dei clienti che oggi si avvale di un consulente finanziario, ne ha almeno un altro che si prende cura del proprio patrimonio. E proprio questo è uno dei motivi, spiega Florentino, della mancata crescita del settore: insistere sulla stessa clientela. Ma come mai l’85% del mercato continua ad essere legato a doppio filo alla banca tradizionale e, soprattutto, di chi è la responsabilità di tale risultato? La professione soffre di "nanismo"?
    2
  • DI CAPRIO.jpg
    30/01/2019 Ma il consulente finanziario, cosa fa? Sei sicuro che i tuoi clienti sappiano che cosa fa un Consulente finanziario? Probabilmente, se lo chiedessi a ciascuno di essi, rimarresti sorpreso delle differenti risposte e definizioni che riceveresti come risposta. Florentino non si limita ad indicare cosa fanno, nella pratica, i CF, ma suggerisce anche cosa dovrebbero fare, specie alla luce di un possibile "attacco" da parte dei robot-advisor...
    2
  • Fuoriclasse.jpg
    23/01/2019 5 step per diventare un fuoriclasse della consulenza finanziaria Talento, grinta, voglia di migliorarsi. Sono qualità che accomunano i grandi di ogni professione, dal chirurgo al calciatore. Ma quali sono i passi da compiere per puntare all'eccellenza della consulenza finanziaria? "Semplice", basta rigorosamente il percorso in 5 step che ti consentirà di diventare un vero Imprendipromotore, un Consulente finanziario d’eccellenza.
    2