Un miliardario spesso non è che un povero uomo con tanti soldi. Aristotele Onassis
avatar

13/11/2017

Scelgo te...perché sei sui social!

di Ilaria Sangregorio

Sono 5 milioni gli investitori affluent (di USA e Canada) che utilizzano i social media per maturare delle decisioni sui loro investimenti. E’ quanto emerge da uno studio di Cogent Research.

 


 

Di quest’ultimi il 73% predilige LinkedIn, a seguire Facebook, Google+ e Twitter. Perché i social media? Per informarsi rapidamente, per valutare e confrontarsi prima di qualsiasi decisione finanziaria con gruppi di esperti e professionisti del settore.

 

 

Il dato, secondo me più sconvolgente, è che ben il 70% degli utenti “affluent” ha cambiato consulente o riassegnato gli investimenti in seguito al reperimento di contenuti  sui socialnetwork.

Seppur a distanza di anni, tale ricerca risulta ancora molto valida. Tale tendenza pare abbia coinvolto anche i nostri "ricchi" connazionali.

 

Da cosa è attratta la categoria "affluent" in Italia? 

 

Da una maggiore autonomia di scelta, dalla possibilità di costruire la relazione con il banker/consulente su nuovi canali. Questa categoria in particolare mostra un grande interesse verso nuovi strumenti relazionali, come app di instant messaging o live chat da PC che permettono di contattare il banker o il consulente finanziario in qualsiasi momento e social network.

 

Gli affluent utilizzano nello specifico i canali social per :

 

- leggere commenti, review e feedback
- cercare nuove “connessioni”
- trovare accordi commerciali, partenariato

 

Categorie che potrebbero essere interessanti per voi

 

In Italia, su Linkedin, son presenti:

 

  • 116.000 imprenditori (fra questi ben 1.398 gestiscono una attività che supera i 10.000 dipendenti)
  • 4.584 executive chef (secondo le recenti indagini possono superare i 12.000 euro al mese). Ps: sapevate che Cannavacciuolo ha un reddito pari a 5.381.566 euro? Carlo Cracco? 3.530.712 euro! Sarebbe fantastico beccarne così sui social, eh?
  • 6.341 notai/studi notarili
  • 5.369 CEO (con oltre 10.000 dipendenti in azienda)

 

Social media is a time and cost-effective way for financial advisors to market themselves. While social networks like Twitter and Facebook definitely have their place, LinkedIn is by far the most valuable. It has the largest concentration of affluent consumers and the biggest percentage of millionaire users.

 

Beh, non vi resta che pensare ad una strategia! 

 

NB: In allegato trovate una infografica non molto recente ma comunque interessante per capire come i social media hanno influenzato le scelte di investimento. Avevo già trattato l'argomento anni fa ma è sempre opportuno "rinfrescare la memoria": https://goo.gl/RBN32y 

 

 

Per commentare, se sei un Consulente Finanziario, iscriviti ad AdvisorProfessional oppure inserisci nome, cognome, email e società di appartenenza:
  • avatar ester compagnone

    Lo sapevamo eccome, cara Ilaria. Ci siamo, siamo consapevoli dell'importanza di essere sui sociale, con un profilo adeguato a chi vogliamo raggiungere. Con l'attenzione ai contenuti e con l'autenticità che deve caratterizzarci. Siamo persone di fiducia
    9 giorni fa